Ripresa attività 4 maggio: ecco le regole

03 Maggio 2020


 
Sulla base delle disposizioni contenute nel DPCM del 26 aprile scorso, da domani, lunedì 4 maggio, gli atleti di interesse nazionale, così come definiti dalla FIDAL la scorsa settimana, potranno riprendere la propria attività di allenamento, all’interno di impianti aperti nelle modalità stabilite dal Governo. Sarà inoltre possibile per tutti svolgere attività sportiva individuale all'aperto, stante il rispetto di quanto previsto dalle norme, a partire dal mantenimento della distanza di sicurezza interpersonale.

Sulla ripresa dell'attività il Presidente del Comitato Regionale FIDAL Marche Giuseppe Scorzoso ha indirizzato una comunicazione a tutti i tesserati: Link

Sulla ripresa degli allenamenti all'interno degli impianti sportivi FIDAL ha emanato una circolare con precise direttive in merito: Circolare FIDAL

Le società interessate possono richiedere al Comitato Regionale FIDAL Marche se propri atleti sono autorizzati alla ripresa dell'attività in quanto "di interesse nazionale". La richiesta, contenente i nominativi degli atleti interessati, andrà inviata via mail a cr.marche@fidal.it

Nella circolare si fa riferimento al disciplinare per la riapertura degli impianti, che deve essere rispettato al momento della ripresa dell'attività. Le società che gestiscono direttamente impianti di atletica leggera sono tenute ad adottarlo, mentre è consigliato a tutte le società di invitare le amministrazioni locali all'adozione dello stesso. Di seguito il disciplinare e l'allegato relativo all'attività.
Disciplinare impianti FIDAL
Allegato per attività

Per quanto riguarda l'attività sportiva all'aperto vale quanto previsto dalla normativa nazionale e dall'ordinanza di Regione Marche del 30 aprile che all'art.2 prevede:
"E’ consentito lo spostamento individuale per attività motoria e attività all’aria aperta, anche con bicicletta, unità da diporto o altro mezzo, in tutto il territorio regionale, con divieto di assembramenti e con l’obbligo di rispetto della distanza di due metri dalle persone, salvo quelle accompagnate in quanto minori o non autosufficienti utilizzando mascherine e guanti o garantendo l’igiene con idoneo liquido igienizzante. In generale sono consentite le attività motorie sportive svolte in maniera individuale sempre nel rispetto delle norme di precauzione del distanziamento sociale e dell’utilizzo dei DPI per quanto applicabili". All'art.7 la medesima ordinanza prevede: "Sono sempre consentiti gli spostamenti all’interno del territorio regionale per le motivazioni di cui all’art. 1, comma 1, lett. a), del DPCM 26/2020 , ovvero per lavoro, necessità, salute, incontro di congiunti e art. 1, comma 1, lettera f), del DPCM 26/2020 , ovvero attività motoria e sportiva all’interno del territorio regionale".

Il Comitato Regionale FIDAL Marche è naturalmente a disposizione di tutte le società per supporto e chiarimenti relativi alla ripresa dell'attività.

Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate