SOCIETARI ASSOLUTI: LEGNANTE DA RECORD! 71,59 M PER LA CLARETTI




 

?

Si ? chiusa davvero in bellezza la stagione per alcuni dei big dell?atletica marchigiana, autori di prove maiuscole proprio nella finalissima ?Oro? di Busto Arsizio che ha assegnato gli scudetti tricolori alla formazione maschile delle Fiamme Gialle e a quella femminile della Fondiaria Sai. Nella prima giornata di gare, grande protagonista ? stata la pesista napoletana, ma ormai di casa in quei dell?Asa Ascoli, Assunta Legnante. La portacolori della Camelot, allenata dal DT azzurro Nicola Silvaggi, ha, infatti, migliorato per ben due volte il primato italiano della specialit? che gi? deteneva da due anni? (18,92 m). Con una serie inarrestabile di lanci, ?Assuntina? ha prima scagliato il suo attrezzo a 18,98 m e, poi, ha chiuso il conto con un rotondo 19,04 m da record. ?E? la ciliegina sulla torta di una stagione bellissima ? ha commentato la Legnante, prima italiana a superare i 19 metri outdoor -, volevo questo record da tanto tempo e, alla fine, ? arrivato. Ora, con la stagione ormai virtualmente finita, mi fermer? per poi programmare subito il percorso verso il 2007?.

?

Ma il settore lanci ha regalato anche un ulteriore splendido acuto ad opera di un?altra azzurra finalista a Goteborg, la fermana Clarissa Claretti che, con la maglia del club campione d?Italia, la Fondiaria Sai, ha messo il sigillo ad un?annata veramente super per lei. La campionessa d?Italia in carica della specialit? ha fatto volare il suo martello pi? lontano di tutte, per la precisione a? 71,59 m, misura inarrivabile anche per la rivale di sempre Ester Balassini (Cus Bologna), seconda con 68,47. Questa la brillante serie della marchigiana: 68,98; N; 71,59; 65,16; N.? ?

?

In evidenza, nei 3000 siepi, la jesina Simona Santini (Jaki-Tech Apuana), terza al traguardo in 10:49.37.

?

A livello maschile, invece, da segnalare la vittoria del pesista ascolano Paolo Capponi (Fiamme Oro) con 18,39 m e l?argento del recanatese Andrea Cocchi (Aeronautica) nei 110 hs (13.99).

?

Nella finale A1 di Caorle ?(VE), la camerte, pluricampionessa e primatista italiana dei 400 m, Daniela Reina ha contribuito, con il suo prevedibile assolo nel giro di pista (52.62), alla vittoria che vale anche la promozione per la squadra femminile delle Fiamme Azzurre. Per lei successo anche negli 800 m, vinti con una ?passeggiata? di 2:11.25.



Condividi con
Seguici su: