Sabato a Osimo il Trofeo Marche 9,14

27 Giugno 2013

Ostacoli-show nel meeting nazionale, con sfide interessanti su 100hs e 400hs

 

Torna anche quest’anno il “Trofeo Marche 9,14” di Osimo (Ancona), meeting nazionale di atletica leggera che si disputa sabato 29 giugno. Un evento unico nel suo genere, arrivato all’undicesima edizione: da sempre infatti è dedicato alle corse ad ostacoli e prende il nome dalla distanza (di 9,14 metri) tra le dieci barriere dei 110 hs maschili, che quest’anno vedranno in gara il recanatese Andrea Cocchi (Aeronautica), bronzo nell’ultima rassegna tricolore al coperto, insieme a Yasel Lisme (Atl. 85 Faenza), Carlo Giuseppe Redaelli (Atl. Riccardi Milano) e Luca Casadei (Atl. Imola Sacmi Avis). Ma stavolta la competizione più attesa è probabilmente quella dei 400 ostacoli, dove è annunciata la presenza del capolista italiano stagionale Leonardo Capotosti (Fiamme Gialle), 24enne ternano che si è migliorato in diverse occasioni fino al 50.30 realizzato sabato scorso negli Europei a squadre di Gateshead (Gran Bretagna), con la partecipazione anche degli under 23 Lorenzo Vergani (Atl. Riccardi Milano) e Francesco Pellicani, recanatese del Cus Pisa Atl. Cascina. Sui 100 ostacoli femminili Alessandra Feudatari (Interflumina E’ Più Pomì), vicecampionessa italiana promesse, se la vedrà con Manuela Vellecco (N.Atl. Fanfulla Lodigiana), Flavia Arcioni (Forestale), l’altra under 23 Ramona Lazzerini (Enterprise Sport & Service) e Francesca Albiani (Amsicora Cagliari), che tre anni fa si è aggiudicata la maglia tricolore promesse indoor. In programma poi alcune gare di velocità pura, sui 100 metri: al maschile non dovrebbe mancare il reatino Roberto Donati (Esercito) opposto all’under 23 napoletano Massimiliano Ferraro (Enterprise Sport & Service), quarto nella recente rassegna tricolore di categoria, ma anche a Giovanni Tomasicchio (Asvel), all’aviere marchigiano Alessandro Berdini e alla promessa Alberto Rontini (Atl.

85 Faenza), oro con la 4x400 azzurra agli Europei juniores del 2011.

Da seguire inoltre le gare giovanili, in particolare sui 110 ostacoli juniores che vedono iscritti Davide De Marchi (Atl. Bergamo 1959 Creberg), vicecampione italiano under 20, il trentino Simone Bais (Lagarina Crus Team) e Luca De Maestri (Atl. Monza), a loro volta finalisti tricolori, insieme all’eclettico atleta di casa Manuel Nemo (Tecno Adriatletica Marche), quarto nel salto in alto ai Campionati italiani juniores. Tra gli allievi, sui 110 ostacoli attenzione a Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata) che nella passata stagione ha vinto l’argento tricolore nel pentathlon cadetti, mentre sui 400 ostacoli ci saranno Giovanni Cataldi (Sport Atl. Fermo) e Filippo Amaretti (Edera Atl. Forlì). Tornando al settore assoluto, nei 100 piani femminili, in gara Rebecca Camilleri (Cus Parma), Caterina Bagli (Acsi Italia Atletica) e le juniores marchigiane Roberta Del Gatto (Atl. Avis Macerata) e Martina Piergallini (Sef Stamura Ancona), rispettivamente quarta e sesta nella rassegna tricolore under 20.

Il via alle ore 16.00 di sabato 29 giugno, sulla pista del campo scuola di via Vescovara ad Osimo, per circa quattro ore di sfide tra batterie e finali nella manifestazione nata nel 1978 e ripartita nel 2006 su iniziativa di Gino Falcetta, grazie all’impegno del Comune e dell’Atletica Osimo del presidente Adriano Malatini. La giornata degli ostacoli e della velocità si animerà fin dal mattino con la disputa del 9° Meeting Giovanile “Città di Osimo”, in cui molti giovanissimi atleti ed atlete, delle categorie ragazzi e cadetti, si cimenteranno nel Grand Prix velocità-ostacoli: una originale e stimolante formula, che prevede prima la gara sulle barriere e poi quella sulla distanza piana; la somma dei due tempi darà il vincitore e la vincitrice della speciale combinata. Atteso fra gli altri il cadetto Loris Manojlovic (Collection Atl. Sambenedettese), che domenica a Macerata ha corso sui 100 ostacoli in 13.58, terza prestazione italiana dell’anno. Nell’occasione, sarà pubblicato un numero speciale di una rivista che contiene dati statistici e un profilo dell’ostacolista Giulia Pennella, protagonista nelle precedenti edizioni del meeting.



Condividi con
Seguici su: