Societari, Avis Mc e Tam in testa




 

Non deludono i club delle Marche nella due giorni di sfide allo stadio Helvia Recina di Macerata, per la prima fase regionale del Campionato italiano assoluto per società. L’Atletica Avis Macerata comanda tra gli uomini a quota 15.269 punti, mentre al femminile con uno score di 14.704 guida la Tecno Adriatletica Marche, società nata dalla fusione di Atletica Sangiorgese Tecnolift e Collection Atletica Sambenedettese, con la collaborazione di Atletica Osimo e Sacen Corridonia. Entrambe le formazioni leader hanno ottenuto un punteggio finale che è pienamente in linea per la conferma della Finale Argento in campo nazionale, anche se le classifiche saranno definitive soltanto dopo la seconda fase, che prenderà in considerazione i risultati delle prossime manifestazioni e si concluderà il 15 luglio. Nel ranking maschile al secondo posto regionale c’è la Tam (14.205) seguita dall’Atletica Maxicar Civitanova (13.956), fra le donne la piazza d’onore va all’Avis Macerata (13.519) con la Sport Atletica Fermo terza (12.336).

Protagonista della prima giornata, quella di sabato, il campione italiano assoluto del disco Giovanni Faloci (Atl. Avis Macerata/Fiamme Gialle) che lancia il suo attrezzo a 58.95. La sfida sui 110 ostacoli si risolve in favore di Giovanni Mantovani (Sport Atl. Fermo/Aeronautica), tricolore promesse al coperto, primo con 14.33 (+0.5) superando il compagno di squadra Andrea Cocchi che realizza 14.42 e precede l’altro aviere Giorgio Berdini (Tecno Adriatletica Marche), 14.95. Nei 100 metri il migliore è Julius Kyambadde (Atl. Maxicar Civitanova), 10.61 (-0.6) seguito dal 10.80 di Alessandro Berdini (Atl. Avis Macerata/Aeronautica), invece Marco Salvucci (Atl. Avis Macerata) prevale sui 400 con 48.79 e il marocchino Hamid El Mouaziz (Sef Stamura Ancona) si aggiudica i 1500 metri in 3:50.69. L’asta va a Lorenzo Catasta (Sport Atl. Fermo/Fiamme Gialle) che salta 4.80, nel triplo si migliora Marco Vescovi (Atl. Avis Macerata) con 14.97 e poi lo junior Michele Antonelli (Atl. Avis Macerata) ferma il cronometro su 45:31.12 nei 10 km di marcia. Tra le donne, in apertura di pomeriggio, 57.61 della martellista Sara Pizi (Tecno Adriatletica Marche), oro tricolore invernale under 23. L’eptatleta Enrica Cipolloni (Tecno Adriatletica Marche/Fiamme Oro) si afferma nell’alto con 1.79 e anche sui 100 ostacoli in 14.77 (+0.6): dietro di lei Sara Porfiri (Atl. Avis Macerata), a sua volta under 23, centra il personale con 14.85. Nello sprint femminile, condizionato dal vento contrario (-2.7), arriva il successo della promessa Ilaria Giretti (Sport Atl. Fermo) in 12.42, mentre sui 1500 metri l’allieva Elisa Copponi (Atl. Maxicar Civitanova), tricolore di categoria nella distanza doppia, si impone con 4:43.31. Capitolo staffette: la 4x100 vicecampione italiana dell’Atletica Avis Macerata (Carlo Nardi, Marco Vescovi, Filippo Reina, Lorenzo Angelini) porta il testimone al traguardo in 42.02, e il club avisino sfreccia per primo anche al femminile (Paola Spina, Maria Lina Antinori, Maria De Iacovo, Mita Delia), 48.18.

Nella seconda giornata, il più veloce sui 200 metri in 21.53 (-0.1) è lo sprinter pesarese Lorenzo Angelini (Atl. Avis Macerata), campione italiano juniores della specialità nella scorsa stagione, davanti a Julius Kyambadde (Atl. Maxicar Civitanova), 21.81. Doppietta nel mezzofondo per il marocchino Hamid El Mouaziz (Sef Stamura Ancona), che conquista anche la gara dei 5000 metri fermando il cronometro su 14:16.78 e precede il compagno di squadra Andrea Gargamelli, 14:28.15. Nel peso con 15.61 si afferma Lorenzo Del Gatto (Tecno Adriatletica Marche), argento tricolore under 20 al coperto, mentre nei 400 ostacoli in 54.25 vince Tommaso Giuliodori (Tam), classe ’93, sul carabiniere John Mark Nalocca (Tam), 55.00. Bis del saltatore Marco Vescovi, primo nel lungo con 6.91, mentre gli 800 metri vanno alla promessa Leonardo Zucchini (Atl. Maxicar Civitanova). Atlete juniores in evidenza anche in campo femminile, con Lucia Paternesi Meloni (Tam) prima negli 800 in 2:15.04, sulla promessa Roberta Zucchini (Atl. Montecassiano), 2:16.98, e l’allieva Mamadou Binta Diallo (Atl. Avis Macerata), 2:17.77, poi Martina Buscarini (Sef Stamura Ancona) vince sui 200 metri con 25.49 (-1.1) e l’astista Barbara Donzelli (Sport Atl. Fermo) sale a quota 3.50, davanti al 3.30 dell’allieva Sofia Piergallini, sua compagna di squadra. Silvia Del Moro (Tam) si impadronisce del lungo con 5.53 dopo essersi aggiudicata il triplo (12.23). Nella staffetta 4x400, chiude in 3:54.95 il quartetto dell’Avis Macerata con la pluricampionessa italiana Daniela Reina in prima frazione, seguita da Sara Porfiri, Mamadou Binta Diallo e infine Eleonora Vandi, oro tricolore indoor sui 1000 metri allieve. 

IN TV – Un’ampia trasmissione di circa un’ora andrà in onda sul canale 111 del digitale terrestre, sulle frequenze di TVRS, con tre diversi passaggi: sabato 26 maggio alle ore 13.00 e alle ore 21.00, domenica 27 maggio alle ore 18.30. All’interno saranno proposte immagini della prima fase regionale dei Societari assoluti di Macerata e del Trofeo Città di Matelica. Giovedì 24 maggio, alle ore 21.30 sul canale 11 del digitale terrestre di TVRS, nella rubrica settimanale "Starting block", sarà trasmessa una sintesi della Maratonina Elpidiense.

 
Nell'immagine in alto, la saltatrice in alto Enrica Cipolloni; in basso, il discobolo Giovanni Faloci (foto di Maurizio Iesari); più sotto, un momento dei 110hs con Giovanni Mantovani e l'arrivo dei 100 metri vinti da Julius Kyambadde (foto di Nicoletta Di Ruscio); a fondo pagina, il servizio video a cura di Mario Giannini

Zakayo Kipsang Biwott e Luigi Del Buono sui 3000 siepi (foto Iesari)





Condividi con
Seguici su: