Special Conero, lo sport come opportunita' di crescita




 

Promuovere la diffusione della pratica sportiva per disabili in ogni fascia di età, contribuendo all’integrazione sociale e al benessere fisico e mentale. Sono gli obiettivi alti e nobili della Special Conero, la nuova realtà sportiva tenuta ufficialmente a battesimo domenica 12 dicembre presso il Salone degli Stemmi del Comune di Castelfidardo, davanti ad una nutrita platea di autorità del mondo istituzionale, associativo e sportivo a significarne l’unità di intenti: dal Sindaco Soprani e l’assessore comunale Nardella all’assessore provinciale Fiorentini, dal consigliere regionale Pieroni a quello provinciale Catraro, dai presidenti del Coni Marche e del Coni Ancona Sturani e Luna ai presidenti del Panathlon club di Ancona e Osimo Pacetti e Stracquadanio, passando attraverso i dirigenti scolastici, i referenti di Cip e Fisdir Luca Savoiardi e Luca Berardoni, il responsabile dei soci della Bcc di Filottrano Alessandro Andreoli e per il presidente provinciale dell’associazione laureati in scienze motorie, il prof. Nanni. Testimonial dell’iniziativa Andrea Cionna, il pluridecorato atleta osimano in procinto di partecipare ai campionati Mondiali in Nuova Zelanda che nel ricchissimo palmares vanta fra l’altro una medaglia di bronzo nella maratona e sui 10000 metri alle Paralimpiadi di Atene: una splendida testimonianza di come lo sport sproni a superare i limiti, veicolando un messaggio sociale e culturale di grande valore. Il progetto della Special Conero nasce dalla sensibilità e volontà dell’Atletica Castelfidardo 1990 R.Criminesi guidata da Alberto Gatto e Mauro Urbisaglia, di allargare il ventaglio della propria attività in sinergia con l’Anffas Conero diretta da Vera Caporaletti, la onlus che offre supporto a quanti convivono con disabili intellettivi e relazionali. L’ambito di applicazione è vasto sia territorialmente (dieci Comuni coinvolti: Castelfidardo, Filottrano, Montefano, Offagna, Osimo, Ancona, Camerano, Sirolo, Numana e Loreto) che nell’approccio disciplinare: come illustrato dalla dott.ssa Laura Serrani, direttore tecnico dell’a.s.d. al cui fianco lavorano Cecilia Tombolini,  Alice Bugiolacchi, Lorenzo Pacenti e Adama Ndiaye, lo spirito è quello di offrire a disabili psicofisici un’opportunità di inserimento in un ambiente gradevole e ricco di stimoli positivi, in cui praticare atletica, bocce, tiro con l’arco, equitazione e nuoto. Gli esiti della sperimentazione in atto confermano come l’educazione motoria favorisca l’emancipazione, la crescita e la socializzazione: grazie alle convenzioni con altre associazioni e con le scuole, l’obiettivo è di far svolgere attività sia in ambito curriculare che extra, ampliando via via la fascia oraria e i servizi complementari, che includono anche il trasporto e la costituzione di un osservatorio “centro studi e ricerche” specifico per tarare i progetti. Le autorità intervenute hanno espresso il massimo sostegno e gradimento, sottolineando, in un contesto così delicato, l’importanza della collaborazione fra enti locali e famiglie. La Special Conero invita gli interessati a rivolgersi ai responsabili della società (Alberto 3389869994, Vera 3488853296, Laura 3456518507) per un primo contatto e per calibrare il tipo di intervento e di servizio.

(da comunicato Comune di Castelfidardo)


In basso, il servizio video a cura di Mario Giannini



Condividi con
Seguici su: