TOP CHALLENGE | LA CLARETTI VINCE E LA REINA PERDE IL RECORD




 

 

Ci sono i visi di due atlete marchigiane sulla copertina del Top Club Challenge, la competizione che fino a domani vedrà scontrarsi a Firenze le migliori 12 squadre militari e civili d’Italia. E così allo Stadio “Luigi Ridolfi” l’aviatrice fermana in maglia Fondiaria-Sai Clarissa Claretti è tornata alla grande con un’insuperabile martellata lunga 70 metri e 19 centimetri, centrata con la solita grinta agonistica al suo ultimo ingresso in gabbia. Quanto basta per mettersi abbondantemente in tasca il minimo olimpico, sedare sportivamente l’esuberanza della giovane emergente Silvia Salis - in testa fino al penultimo lancio con 69,86 - e, soprattutto, riscattarsi da un inverno pieno di problemi fisici e troppa sfortuna. Tutta in crescendo la serie della Claretti (66,05 – 68,47 – 67,20 – 69,23 – 69,56 – 70,19) che ha dimostrato ancora una volta che quando è in forma non ci sta proprio a perdere.

 

Daniela Reina, invece, non c’era a Firenze. Tutta colpa di un cavillo del regolamento che ha escluso il suo club, le Fiamme Azzurre, dalla partecipazione al Top Club Challenge. Peccato, perché se la quattrocentista camerte fosse stata in pista al Ridolfi avrebbe potuto senz’altro provare a difendere il suo primato nazionale dalla cubana, da poco naturalizzata italiana, Libania Grenot Martinez (CUS Cagliari) che ha così avuto via libera sull’anello fiorentino volando al traguardo in 51.05. Esattamente 13 centesimi in meno del 51.18 corso dalla Reina il 27 agosto del 2006 a Rieti e che, a questo punto, cercherà di sicuro un pronto riscatto grazie a cui aggiudicarsi presto anche il pass (51.55) per l’appuntamento a cinque cerchi di Pechino.

 

Tra gli altri risultati dei marchigiani in gara nella prima giornata da segnalare il secondo posto della fermana Marta Tomassetti (Cus Cagliari) nei 100hs (13.80), il quarto dell’aviere recanatese Andrea Cocchi nei 110hs (14.35) e il quinto di Alessia Tomassetti (Assindustria Sport Padova) nei 400 (54.60).



Condividi con
Seguici su: