TRICOLORI ASSOLUTI INDOOR: GLI ATLETI DA SEGUIRE




 

SABATO 17 FEBBRAIO

 La terza edizione consecutiva dei Campionati Italiani Assoluti 2007 al Palaindoor di Ancona inizierà ufficialmente domani, sabato 17 febbraio, alle ore 11.15 con le batterie femminili dei 400 m. E subito in pista, al primo colpo di pistola dell’evento tricolore, ci sarà la stella marchigiana Daniela Reina, campionessa italiana in carica e primatista assoluta della specialità, che sull’anello gialloazzurro del palas di via della Montagnola, oltre a Maria Enrica Spacca (Forestale) e Maria Teresa Schutzmann, troverà anche la record-woman azzurra dei 400 hs, Benedetta Ceccarelli (Carabinieri).Ma sul doppio giro di pista sarà la volta anche di altre tre atlete “made in Marche”, Donata Piangerelli (Sport Atl. Fermo), Alessia Tomassetti (Assindustria Sport Padova) e l’ostacolista junior Erica Marziani (Jaky-Tech Apuana). Tra gli uomini, invece, si preannuncia un’emozionante sfida tra i due portacolori delle Fiamme Gialle, il primatista italiano Andrea Barberi e il giovane Claudio Licciardello. In gara anche i marchigiani Filippo Reina (Atl. Avis Macerata), Marco Salvucci (Carabinieri) e Leonardo Loddo (Sport Atl. Fermo).  

Sui blocchi di partenza sarà, quindi, la volta degli ostacolisti con i big Andrea Giaconi (Fiamme Gialle), Emanuele Abate (CUS Genova), Emiliano Pizzoli (Carabinieri), e il sangiorgese Giorgio Berdini (Aeronautica) in pole position con l’attuale migliore prestazione stagionale indoor, 7.86. Da seguire anche le prove del primatista regionale junior Mark Nalocca (Collection Atl. Sambenedettese). Nella gara femminile, invece, occhio a Micol Cattaneo (Carabinieri), a Marzia Caravelli (Jaky-Tech) e alle due marchigiane Marta Tomassetti (CS Esercito) e Jennifer Massaccisi (Collection Atl. Sambenedettese). 

Nell’asta maschile, duello tra Giorgio Piantella (Carabinieri) e Matteo Rubbiani (Aeronautica). Due, invece, i portacolori dei club di casa nostra: l’ascolano Valerio Fantuzi (ASA) e Matteo Corrina (Atl. Recanati).  

Alle 15, la scena sarà tutta per una delle protagoniste più attese della rassegna tricolore Antonietta Di Martino (Fiamme Gialle), fresca del record italiano di salto in alto a quota 2 metri siglato a Banska Bystrica appena qualche giorno fa. Per le Marche, in pedana l’anconetana Roberta Bugarini (CUS Parma) e la giovane e promettente allieva primatista regionale Enrica Cipolloni (Collection Atl. Sambendettese), quest’anno già volata a 1,78 m.          

Praticamente in contemporanea partiranno anche le riprese de “La giusta distanza” del regista Carlo Mazzacurati. La scena sarà la pedana del salto in lungo femminile dove, oltre all’atleta scelta per la parte nel film Elena Facco (Assindustria Sport Padova), saranno tutte da vedere le performance della campionessa italiana uscente Valeria Canella (Fiamme Azzurre), atterrata una settimana fa a 6,52 m, e dell’ascolana Vanessa Alesiani (Esercito).    

I 3 chilometri di marcia vedranno, invece, protagonista la medaglia di bronzo degli ultimi Europei di Goteborg, Elisa Rigaudo (Fiamme Gialle).  

Alle 17.20, la magica pedana del lungo si trasformerà nella rampa di lancio per il fenomeno Andrew Howe (Aeronautica). E’ soltanto la seconda uscita del golden boy dell’atletica leggera italiana in una stagione indoor che non aveva particolarmente finalizzato, ma dopo l’8,02 saltato due settimane fa a Tampere con la febbre, ad Ancona c’è da aspettarsi un’altra grande prova del Campione Europeo 2006. Tra l’altro, il prossimo 21 febbraio, l’attuale record italiano in sala, 8,26 m, di Giovanni Evangelisti dovrebbe compiere vent’anni, ma visto mai che… Nella stessa gara anche l’anconetano Roberto Borromei (Atl. Pubbl. Vomano). 

Altra sfida accesissima sarà quella del peso femminile (ore 17.30) con un’Assunta Legnante (Camelot) in gran condizione e a caccia della miglior misura italiana di sempre. Con lei anche l’esplosiva Chiara Rosa (Fiamme Azzurre), Cristiana Checchi (Forestale) e la junior marchigiana Aurora Narcisi (Atl. Collection Sambenedettese).   

Nei 1500 gran favorito è il portacolori della Forestale Christian Neunhauserer, avversario da battere anche per il nostro Tiziano De Marco (Aeronautica), in gara anche domenica nei 3000 m. A livello femminile 1500 m di corsa per Sara Palmas ed Elisa Cusma, attesa soprattutto sugli 800 m, in cui sarà l’atleta da battere e in cui andrà in cerca di un altro riscontro cronometrico che conta.  

Gran finale, alle 18.35 con un duello tra i due big della marcia, il bronzo mondiale di Helsinki 2005 e neoprimatista italiano della 50 km Alex Schwazer (Carabinieri) e il campione olimpico Ivano Brugnetti (Fiamme Gialle).  

DOMENICA 18 FEBBRAIO 

In pista subito gli specialisti degli 800 m. Tra le donne, da seguire con attenzione Elisa Cusma e Antonella Riva. In gara anche Simona Colapietro per i colori dell’Atl. Avis Macerata. Tra gli uomini, invece, occhi puntati su Maurizio Bobbato (Carabinieri) e Andrea Longo (Fiamme Oro).   

Sul rettilineo dei 60 m, grande assente, a causa di un infortunio, il sangiorgese Luca Verdecchia (Fiamme Oro). I pretendenti al titolo saranno quindi i due sprinter delle Fiamme Gialle Simone Collio e Massimiliano Donati e la promessa Fabio Cerruti (Atl. Riccardi Milano). Tra le donne, invece, lotta a tre tra Anita Pistone (Esercito), Daniela Graglia (Esercito) e Maria Aurora Salvagno (Aeronautica). Da vedere anche la prova dei velocisti marchigiani Alessandro Attene (Fiamme Azzurre) e Francesca Ramini (Sport Atl. Fermo).  

Nel triplo, tornerà di nuovo in pedana l’ascolana Vanessa Alesiani (Esercito), mentre ci saranno tre astiste per un tricolore: Anna Giordano Bruno (Fondiaria SAI), Arianna Farfalletti (Camelot) ed Elena Scarpellini (Fondiaria SAI).Si preannuncia, invece, una sfida al calor bianco quella dell'alto maschile con Andrea Bettinelli (Fiamme Gialle), Filippo Campioli (Esercito) e Nicola Ciotti (Carabinieri) e gerarchie stagionali tutte da verificare. Il triplista Fabrizio Donato (Fiamme Gialle) tornerà, invece, sulla pedana dove un anno fa ha stabilito il nuovo record italiano, stavolta alla ricerca di una misura di valore internazionale. 

Nei 3000 m Marche in pista con Tiziano De Marco (Aeronautica) e Fabio Cesari (Aeronautica), mentre a livello femminile sarà Silvia Weissteiner (Sterzing Vb Latella) a fare l’andatura.  

Nel peso il campione italiano outdoor 2006, l’ascolano Paolo Capponi (Fiamme Oro) vorrà sicuramente trovare il lancio giusto per riconfermarsi anche al coperto. A dargli del filo da torcere ci saranno, però, Marco Dodoni e Marco Di Maggio, oltre al fratello Primo e al carabiniere ascolano Aldo Apolito. 

A chiudere la rassegna tricolore saranno, come sempre, le staffette 4x1 giro con una ricca partecipazione di club marchigiani. A livello maschile l’Atletica Avis Macerata ripresenterà il suo imbattibile quartetto medaglia d’oro nel 2006 che stavolta dovrà vedersela, oltre che con l’agguerrita concorrenza dei club militari anche con la Collection Atl. Sambenedettese, Atl. Avis Fano, Atl. Montecassiano, Sport Atl. Fermo, Atl. Fabriano Osimo, e l’Atl. Recanati. Tra le donne, invece, a passarsi il testimone saranno le atlete dell’Atl. Avis Macerata, Atl. Montecassiano, Sport Atl. Fermo, Sacen Corridonia e dell’Atl. Fabriano Osimo.

Condividi con
Seguici su: