Tam, allieve seconde in Italia!

14 Febbraio 2018

Il Team Atletica Marche festeggia il prestigioso piazzamento nei campionati nazionali under 18 di società


 

Un risultato storico per l’atletica marchigiana, nella rassegna tricolore under 18 in sala dello scorso weekend ad Ancona. La classifica dei Campionati italiani allievi indoor di società vede infatti al secondo posto la squadra femminile del Team Atletica Marche, il club nato dalla collaborazione tra Atletica Sangiorgese Renato Rocchetti, Atletica Osimo e Sacen Corridonia, che si piazza alle spalle dell’Atletica Lecco Colombo Costruzioni ma davanti a tutte le altre formazioni, con la Studentesca Rieti Milardi in terza posizione.

Fondamentali le ottime prestazioni a livello individuale che hanno portato tre medaglie alla Tam: l’oro dell’osimana Angelica Ghergo sui 400 metri, l’argento nell’alto di Benedetta Trillini, filottranese che si allena a Porto San Giorgio, e il bronzo nei 60 della velocista sangiorgese Greta Rastelli, oltre al quarto posto della staffetta 4x200 metri con Rastelli, Ghergo e Trillini insieme all’altra osimana Irene Pesaresi in terza frazione.

“Proviamo una grande gioia - commenta Giuseppe Scorzoso, presidente del Comitato Regionale FIDAL Marche - per tutti i notevoli risultati ottenuti dagli atleti delle Marche negli ultimi campionati italiani e in particolare per quello raggiunto dalla Tam, che non ha precedenti negli ultimi anni e da quando il Palaindoor di Ancona ospita l’attività nazionale al coperto. Un momento importante per questo sodalizio, ancora più significativo se si considera che il presidente della società Pasquale Del Moro ha avuto il piacere di assistere a questi successi, nella sua prima uscita stagionale”.

“La soddisfazione è immensa - dichiara Robertais Del Moro, direttore tecnico della Tam - perché viene premiato un progetto nato per unire le forze e poter emergere nei vari campionati di società, con l’obiettivo di centrare le finali all’aperto. Non ci aspettavamo però un risultato del genere, anche se il sogno c’era soprattutto per la presenza di un bel gruppo tra le nate nel 2002 e quindi al primo anno di categoria, che potrà ripresentarsi tra le under 18 nella prossima stagione. Il merito è di tutti: atleti, tecnici e dirigenti. Poi è stata determinante la presenza di Pasquale Del Moro, anima di questo progetto, tornato in tribuna dopo un periodo difficile. Le ragazze ci tenevano moltissimo a dedicargli qualche bel risultato e ne sono arrivati tanti, che ci fanno ben sperare per il futuro”.



Condividi con
Seguici su: