Tre successi marchigiani a Madrid




 

Sabato a Madrid è andata in scena la Coppa del Mediterraneo juniores, tradizionale incontro internazionale giunto alla settima edizione. Vittoria netta dell’Italia nella classifica generale, davanti a Spagna, Francia e poi Grecia, Turchia, Algeria e Marocco, grazie anche ai successi di tre atleti marchigiani nelle loro gare. Eduardo Albertazzi (ASA Ascoli Piceno) si è imposto nel lancio del disco, con una miglior misura di 57.62 (serie completa: 56.68; X; 56.22; 57.62; 55.61; 54.27), oltre sei metri di vantaggio sul secondo classificato, il greco Dimitrios Tsolakidis (51.23). Per il primatista nazionale, allenato da Armando De Vincentis, è un risultato utile per riscattare la delusione dei recenti Europei juniores, dove ha realizzato tre nulli in qualificazione, oltre che di notevole valore intrinseco: infatti ha lanciato più lontano con l’attrezzo da 1,750 kg soltanto in occasione dei suoi record italiani di quest’anno, 58.59 in inverno a Bari e poi 59.87 ai Tricolori di Rieti.

Affermazione nella capitale spagnola anche per il giavellottista Gianluca Tamberi (Bruni Vomano), autore di un primo lancio vincente a 64.82 (a seguire 64.34; 63.77; 61.09; 61.02; 62.52), con l’algerino Mohamed Taguida secondo (62.26). Proseguono così le soddisfazioni per il figlio d’arte di Offagna in questa stagione, che l’ha già visto campione italiano di categoria e quarto agli Europei juniores siglando il primato nazionale. Terzo posto sui 110 ostacoli di Giovanni Mantovani (Sport Atletica Fermo) con il tempo di 14”40, alle spalle del francese Jules Robledo (14”02) e dell’iberico Julian Ortiz (14”28), in una gara con vento contrario di 1,2 metri al secondo. Dulcis in fundo, arriva la vittoria della 4x400 femminile, dove era impegnata in seconda frazione la velocista Lara Corradini (Atletica Montecassiano): 3’43”86 il tempo delle azzurre (Clelia Calcagno, Ilaria Vitale e Valentina Zappa le altre componenti del quartetto) a precedere le spagnole di quasi otto secondi.

RISULTATI


Nella foto, Eduardo Albertazzi in azione agli Europei juniores di Novi Sad (Giancarlo Colombo per Omega/Fidal)



Condividi con
Seguici su: