UNA DOMENICA TUTTA DI ATLETICA E TUTTA GIOVANE




 
Finale entusiasmante per la stagione del Palaindoor di Ancona con una giornata tutta dedicata ai giovanissimi.

Poco importa che fosse domenica mattina, perché la levataccia si è subito trasformata in una vera e propria festa di sport, grazie al Gran Premio degli Esordienti caratterizzato da un’autentica marea di centinaia di mini-atleti under 11 provenienti dai numerosi Centri di Avviamento allo Sport di tutte le società marchigiane. Ad attenderli c’erano tre prove: i 50 m, il salto in lungo, un divertente percorso misto e, alla fine, per tutti una bella medaglia. Da segnalare, in particolare, le ottime prove di Francesco Botti (ASA Ascoli P.), senza rivali sia nel lungo (4,02 m) che nello sprint (7.62). Nel percorso a tempo, invece, il più bravo è stato Ruggero Papavero (Atl. Avis Macerata) che è arrivato alla bandierina rossa del finish in 15.30. Tra le esordienti vittorie a Simona Scialdone (Collection Atl. Sambenedettese) nel lungo (3,70), Arianna Vecchi (Atl. Avis Macerata) nei 50 m (8.29) e a Matilde Montagna (Nuova Atl. Panda Pesaro) nel percorso misto (16.20).

Nel pomeriggio, quindi, l’onda giovane dell’atletica marchigiana ha dato vita al Trofeo delle Province riservato alla categoria Ragazzi (under 13). Una sfida accesissima all’ultimo punto a base di 60 m, 60 hs, alto, lungo, peso, marcia, 600 m e staffetta 4x1 giro e che alla fine ha decretato quella di Ascoli Piceno come la provincia più atletica della nostra regione, seguita da Ancona, Pesaro e Macerata. A contribuire al successo della spedizione picena, oltre ai portacolori dei due sodalizi storici dell’Atletica Sangiorgese e dell’ASA Ascoli, è stata anche la ricca partecipazione della Collection Atl. Sambenedettese, sbarcata al Palaindoor con una vivacissima e sprintosissima rappresentativa di mini-atleti. Nei 60 m, medaglia d’oro a Francesca Catalano (CUS Urbino – 8.84) e a Daniele Ricciardi (Atl. Ciro Quaranta PE – 8.18). Imbattibili sugli ostacoli, invece, Davide Simonetti (Avis Mob. Lattanzi – 9.79) e Martina Piergallini (Atl. TreValli AN – 10.27), così come Valeria Marcozzi (Collection Atl. Sambenedettese – 1:53.32) e Andrea Incipini (Pod. Moretti Corva – 1:51.24) nei 600 m. Nei salti ad atterrare più lontano sono stati Silvia Ballarini (Atl. Falconara – 4,12) e Giulio Perini (Atl. Sangiorgese - 4,14) che ha fatto il bis anche nell’alto (1,53 m), in cui tra le ragazze ha vinto Laura Farroni (Sport DLF AN – 1,35). Nella marcia sugli scudi Veronica Botticelli (Atl. Sangiorgese – 13:24.33) e Matteo Bugiolacchi (Atl. Castelfidardo – 10:52.87). Staffette d’oro, infine, per le ragazze del CUS Urbino (Sonzini-Fabio-Catalano-Mascia 2:03.60) e i ragazzi dell’ASA Ascoli Piceno (Mancini-Ficerai-Fanesi-Ciabattoni 2:02.17).

E sempre oggi, a Padova, i Cadetti e le cadette delle Marche sono stati impegnati nel Promoindoor, incontro nazionale in sala per rappresentative regionali. I nostri portacolori se la sono dovuti vedere con l’agguerrita concorrenza dei pari età di Piemonte, Veneto, Lombardia, Liguria, Friuli Venezia Giulia e Emilia Romagna. Alla fine per le Marche, un quinto posto finale frutto di tanti buoni piazzamenti, della vittoria nel lungo di Andrea Benedetti (CUS Urbino) con 6,01 m e dei bronzi di Yessica Perez (Sport Atl. Fermo), terza nei 60 m in 8.05 (nuovo primato personale), e della staffetta femminile 3x200 (Perez-Bruni-Lattanzi).

Nutritissima presenza marchigiana anche all’incontro interregionale di corsa campestre che si è svolto a Baschi in provincia di Terni a cui, tra Ragazzi/e, Cadetti/e e Allievi/e, hanno preso parte quasi 50 atleti della nostra regione. E non hanno certo perso occasione di confermarsi al vertice le due allieve protagoniste, una settimana fa, dei Tricolori di cross di Villa Lagarina, ovvero la matelicese Alessia Pistilli (Atl. Avis Macerata) e l’osimana Elisa Cesari (Atl. Amatori Osimo). Per loro ancora un’affermazione di livello nazionale, prima Alessia e seconda Elisa, con Letizia Scheggia (APOS Corridonia), autrice di un buon settimo posto. Medaglie anche per due portacolori dell’ASA Ascoli Piceno, d’argento per il cadetto Stefano Massimi e di bronzo per la ragazza Eleonora Tardelli. Nella classifica finale per regioni, quindi, le Marche hanno conquistato il terzo posto dietro solo a Toscana e Lazio.

Condividi con
Seguici su: