A Bisceglie 5 titoli tricolori per i Cadetti Marchigiani



Le Marche al secondo posto nel medagliere.

 

Volano sempre pi? in alto le Marche dell'atletica giovanile che, in Puglia, a Bisceglie nel week-end appena trascorso, hanno portato a casa un'altra bella collezione di successi. Autrice dell'impresa ? stata la rappresentativa regionale Cadetti che, in occasione della rassegna tricolore di categoria, ha messo complessivamente a segno otto belle medaglie e un'ottima serie di piazzamenti. E sono state proprio due  marchigiane ad "incorniciare" l'evento pi? importante dell'atletica giovanile italiana: l'elpidiense Chiara Natali e la maceratese Giulia Micozzi. E' stata, infatti, la giovane promessa dell'Atletica Elpidiense Avis-Aido ad aprire alla grande i giochi con una performance impeccabile e senza rivali nei 300 m che, oltre al titolo tricolore, grazie al crono di 39.44, le ha permesso di "ritoccare" anche il record italiano della specialit? che gi? le apparteneva. E' toccato, invece, all'astista dell'Atletica Avis Macerata mettere il sigillo all'edizione 2005 dei Tricolori Cadetti con la misura di 3.45 m che ha significato per lei il gradino pi? alto del podio e il nuovo primato regionale marchigiano, dopo aver tentato e fallito di poco anche il record italiano a 3.56 m. Ma il bel quadro della trasferta pugliese della Marche si ? tinto per altre tre volte d'oro grazie alle vittorie di Daniele De Santis, Luca Santori e della staffetta maschile 4x100. Per il discobolo dell'ASA Ascoli la conquista del titolo italiano ? stata un'impresa non troppo difficile, grazie ad un lancio da 45.61 m con cui ha letteralmente sbaragliato la concorrenza. Il sangiorgese Santori ha dato, invece, nuovamente dimostrazione delle sue ottime qualit? con un'emozionante prova nei 300 m/hs in cui, nonostante il contatto con due barriere, ha fermato il cronometro a 39.09 che rappresenta il suo nuovo best-time e un buon biglietto da visita per tentare presto l'impresa del primato italiano. In realt?, per?, sono due le medaglie d'oro al collo di Santori che, accanto al titolo individuale, torna a casa anche con quello della staffetta 4x100 in cui ? stato protagonista insieme ad altri tre atlleti sangiorgesi, Matteo Prencipe, Roberto Di Ruscio e Lorenzo Attorresi. Anche per i quattro assi della staffetta, tutti tesserati per l'Atletica Sangiorgese Tecnolift e autori sull'anello rosso di Bisceglie dell'ottimo tempo di 44.46, puntare al nuovo record italiano sembra, ormai, tutt'altro che una missione impossibile.
A completare il medagliere delle Marche sono, quindi, arrivate altre tre argenti ad opera di Eugenio Fioravanti, Mauro Biondi e della staffetta 4x100 femminile. Per l'astista ascolano, autore della misura di 4.00 m, questo risultato rappresenta, comunque, una bella soddisfazione che gli vale anche il suo nuovo primato personale. Primato personale anche per il martellista dell'ASA Ascoli Mauro Biondi che ha lanciato il suo attrezzo a 58.40 m, aggiudicandosi, cos?, il secondo gradino del podio. Ce l'hanno messa tutta e ci hanno creduto fino alla fine le quattro staffettiste delle 4x100, Ilaria Giretti, Valentina Procaccini, Chiara Natali e Lara Corradini, alle quali va il merito di aver ben contrastato, con il crono di 49.35, l'agguerrita concorrenza di formazioni pi? accreditate come quella veneta.
Tra i piazzamenti, da segnalare, infine, le prove individuali di Lara Corradini (Sacen Corridonia), Massimiliano Strappato (Atl. Amatori Osimo Bracaccini) e Matteo Prencipe (Atl. Sangiorgese Tecnolift) davvero per un soffio fuori dal podio, rispettivamente nei 300 m, nei 2000 m e nel salto in lungo.
Nella classifica generale, emersa dai tre giorni della rassegna tricolore, le Marche hanno, cos?, ottenuto il secondo posto, dietro al Veneto e davanti alla Sicilia, nel medagliere, confermando ancora una volta l'eccellente qualit? delle giovani promesse dell'atletica regionale.

Alessio Giovannini
FIDAL Marche - Ufficio Stampa
Tel. 333 3579681



Condividi con
Seguici su: