Ancona: Greco 7.44 nel lungo di Catania

02 Febbraio 2014

Ultimo meeting domenicale al Banca Marche Palas prima delle rassegne tricolori indoor

 

Nel meeting di domenica 2 febbraio al Banca Marche Palas di Ancona, torna in pedana Daniele Greco dopo aver vinto ieri il triplo. Il 24enne delle Fiamme Oro stavolta si mette alla prova nel salto in lungo, a quasi tre anni dalla sua ultima gara in questa specialità: finisce quarto con 7,44, una misura che vale il record personale (aveva 7,20 indoor e 7,25 all’aperto, risultati ottenuti entrambi da junior). Il successo va ad Emanuele Catania (Fiamme Gialle) con 7,73 nel quinto turno, a sei centimetri da quanto saltato domenica scorsa nell’impianto marchigiano, con il secondo posto a Kevin Ojiaku (Fiamme Gialle/7,47) e il terzo di Emanuele Formichetti (Atl. Studentesca CaRiRi/7,46). Per Greco soltanto due salti validi: 7,44 al secondo, regalando qualcosa alla battuta, poi 7,07 nel quarto, nulli gli altri. E all’ultimo, sotto gli applausi scroscianti del pubblico, va ben oltre l’asse e si scompone. “Sento una buona efficienza fisica - spiega il campione europeo in sala del triplo allenato da Raimondo Orsini - e corro forte, però va registrata la rincorsa, come abbiamo visto ieri. Anche per questo ho deciso di scendere nuovamente in gara”. Vittoria quindi per Catania, pur senza incrementare il primato stagionale: “La prestazione di oggi è comunque significativa - dichiara il 25enne romano seguito dal tecnico Roberto Pericoli - perché non ero al meglio della condizione, con qualche dolore all’anca e al tallone. Ora mi pongo il traguardo di un bel risultato nei prossimi Assoluti, anche dal punto di vista della misura”.

Sui 200 femminili in evidenza la junior Ayomide Folorunso (Cus Parma) che corre in 24.52 e si inserisce al nono posto delle liste italiane all-time under 20, al primo anno di categoria, lasciandosi alle spalle la promessa Anna Bongiorni (Forestale), seconda con 24.98. Bella volata sui 200 maschili, vinti dal pesarese Lorenzo Angelini (Atl. Avis Macerata) in 22.02 per un centesimo su Marco Emilio Gai (Pol. Rocco Scotellaro Matera), 22.03. In questa gara ben 106 atleti al via, distribuiti su 22 serie.

Nei 60 ostacoli, 8.30 in finale per il recanatese Andrea Cocchi (Aeronautica/Sport Atl. Fermo), autore di un 8.15 in batteria. Tra gli allievi si migliora Nicola Cesca abbassando il personale in batteria con 8.13, ad appena quattro centesimi dal primato regionale. Nello scorso week-end il giovane portacolori dell’Atletica Avis Macerata ha conquistato il bronzo nel campionato italiano di pentathlon under 18. La finale sul rettilineo del Banca Marche Palas vede l’affermazione in 8.33 (dopo aver corso 8.32 nel turno di qualificazione) per Loris Manojlovic (Collection Atl. Sambenedettese), che una settimana fa ha portato il personal best a 8.15. Nella gara juniores si impone Andrea Pacitto (Collection Atl. Sambenedettese), capace di ritoccare il proprio limite con 8.43 in batteria, poi 8.44 in finale, e sui 60 ostacoli femminili prevale l’urbinate Daniela Spadoni (Sport Atl. Fermo) con 8.98. Vittoria marchigiana anche nel triplo donne per merito della sangiorgese Silvia Del Moro (Tam), che fa 12,25 al quarto turno. Nell’asta progredisce a più riprese Andrea Sinisi (Enterprise Sport & Service), che sale fino a 5,20, invece l’alto femminile va alla promessa Anna Pau (Atl. Prato) con 1,76, in quella che è stata l’ultima riunione domenicale prima delle rassegne tricolori che si svolgeranno ad Ancona: juniores e promesse (8-9 febbraio), allievi (15-16 febbraio), assoluti (22-23 febbraio) e master (7-9 marzo). Il Banca Marche Palas ospiterà nel frattempo altri due meeting infrasettimanali, il 5 e il 12 febbraio.

Durante le gare del mattino, nuovo record marchigiano per Ludovica Ruzzetta (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) sui 2000 metri di marcia ragazze (under 14) con il tempo di 10:38.63. La gara dei 5000 maschili si risolve in favore di Alessandro Maltoni con 21:47.44 davanti a Michele Antonelli, secondo in 21:59.14. Le due promesse dell’Atletica Recanati precedono l’allievo Giacomo Brandi (Sport Atl. Fermo), terzo con 22:39.52. Lungo cadetti con il personal best di 6,12 a Fabio Santarelli (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti), vincitore della finale nazionale dei Giochi sportivi studenteschi nel 2013.

File allegati:
- RISULTATI (pomeriggio)
- RISULTATI (mattina)


Condividi con
Seguici su: