Barontini re degli 800 al Memorial Serresi

11 Luglio 2020

L’anconetano trionfa nel meeting di casa con un convincente 1’47”30 e avvicina il record personale

 

Bel pomeriggio di gare ad Ancona per la nona edizione del Memorial Luigi Serresi. Non delude le attese la sfida clou, quella degli 800 metri con il brillante successo di Simone Barontini. L’atleta di casa conquista la vittoria in 1’47”30 che vale la seconda prestazione in carriera, non troppo distante dal crono di 1’46”87 realizzato nella scorsa estate al meeting di Rovereto. Il 21enne campione italiano in carica dimostra di essere in crescita di condizione verso l’appuntamento principale dell’anno, gli Assoluti di fine agosto a Padova dove difenderà il titolo tricolore. Sulla pista dell’Italico Conti va in scena un duello appassionante, di alto livello in chiave nazionale: il marchigiano si impone in rimonta sul rettilineo finale superando Gabriele Aquaro (Team A Lombardia), al record personale di 1’47”50. Per il brianzolo, classe ’97, c’è un ampio progresso di quasi un secondo (1’48”34 nel 2019 il suo precedente primato).

Nella manifestazione in ricordo del dirigente che ha guidato l’atletica marchigiana come presidente del Comitato regionale Fidal, dal 2004 fino alla sua scomparsa avvenuta nel novembre 2011, e disputata a porte chiuse, l’azzurrina Sara Zuccaro (Atl. Fabriano) apre la stagione con 49.54 nel martello. Sui 200 metri il pesarese Lorenzo Angelini (Atl. Avis Macerata) stavolta si prende la rivincita in 22”07 (-1.2) sull’emergente ventenne Alessandro Moscardi (Sef Stamura Ancona), alle sue spalle con 22”11. Tra le donne prevale la junior Benedetta Boriani (Stamura) in 25”61 (-1.1) davanti all’allieva Ilenia Angelini (Asa Ascoli Piceno) che firma il personal best con 25”89 e all’osimana Angelica Ghergo (Team Atl. Marche), campionessa italiana juniores dei 400 indoor, terza in 25”97.

Sulla pedana dell’alto tre giovanissime a 1,66 e tutte in miglioramento: la non ancora ventenne Mara Marcic (Atl. Avis Macerata) insieme alle under 18 Francesca Botnari (Stamura) e Laura Giannelli (Asa Ascoli Piceno). Tra gli uomini Michele Pasquinelli (Stamura) torna a quota 2.00. Sulla pedana del triplo atterra subito sul record personale la junior Isabel Ruggieri (Collection Atl. Sambenedettese) a 12.01 (+1.7), mentre nella gara maschile Valerio De Angelis (Asa Ascoli Piceno) si esprime vicino al proprio limite con 14.54 (-0.1) nei confronti dello junior Matteo Colletta (Stamura), al PB di 13.95 (+0.7), e del rientrante allievo Nicola Sanna (Stamura), 13.39 (-0.1) con rincorsa accorciata. Negli 800 femminili vinti dall’allieva abruzzese Elena Trivellone (Tethys Chieti, 2’12”00) cresce la pesarese Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata) in 2’15”39. Al maschile, tra i marchigiani, il 21enne Nicola Calcabrini (Grottini Team Recanati) corre in 1’54”14 a un secondo dal suo primato e il 15enne Filippo Sanna (Stamura) scende a 1’59”85. Nel giavellotto 63.98 dell’anconetano Gianluca Tamberi (Athletic Club 96 Alperia). In chiusura i 1500 metri: lo junior Mamadou Barkinden Diallo (Atl. Avis Macerata) si impone con 4’07”13 sull’allievo Tommaso Ajello (Stamura), che si porta a 4’08”26, mentre la 16enne Eva Luna Falcioni (Stamura) coglie vittoria e primato personale in 4’51”24. Nelle gare under 16 affermazioni negli 80 metri di Matteo Vitali (Atl. Avis Macerata) con 9”73 (-2.0) e Claudia Scarponi (Stamura) in 10.93 (-3.4), invece nei 600 degli stamurini Alessandro Romagnoli (1’33”87) e Virginia Bancolini (1’47”73).

File allegati:
- Risultati
- Foto (di Stefano Carloni)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate