Eyof: Pagliarini oro bis in staffetta!

30 Luglio 2022

Doppietta di successi a Banska Bystrica, in Slovacchia, per la sprinter fanese che trionfa anche con il quartetto azzurro dopo la vittoria nei 100 metri al Festival olimpico della gioventù europea

 

Fantastica Alice Pagliarini. La sprinter vince la sua seconda medaglia d’oro al Festival olimpico della gioventù europea di Banska Bystrica, in Slovacchia, stavolta con la staffetta azzurra. Due successi in due gare per la 16enne dell’Atletica Fano Techfem, splendida protagonista di questa rassegna. Dopo il trionfo nei 100 metri, suona ancora l’inno d’Italia con la marchigiana sul gradino più alto del podio. Un mese di luglio straordinario per la talentuosa velocista, che tre settimane fa agli Europei under 18 di Gerusalemme si era messa al collo l’argento con il quartetto ed era sfrecciata in 11”64 nella gara individuale, quinta in finale realizzando il secondo crono di sempre di un’allieva in campo nazionale.

Come in quell’occasione, la fanese scatta dai blocchi nella staffetta a frazioni crescenti (100-200-300-400 metri). Poi cede il testimone alla trentina Sofia Pizzato, bronzo dei 100 ostacoli, con un primo cambio non perfetto ma la squadra italiana resta in corsa e la bergamasca Valentina Vaccari piazza un’eccellente progressione. Tocca quindi alla sarda Elisa Marcello, bronzo dei 200 metri, con quattro squadre a contendersi il successo e l’azzurra si infila all’interno nell’ultimo rettilineo per tagliare il traguardo davanti a tutte. L’Italia è d’oro in 2’11”27 con tre centesimi di vantaggio sulla Polonia (2’11”30), che non completa la rimonta, bronzo all’Ungheria (2’11”59) e fuori dal podio la Repubblica Ceca (quarta in 2’11”72), leader fino a pochi metri dall’arrivo.

Nell’evento internazionale dedicato agli under 17, l’atletica delle Marche aveva già festeggiato l’argento nel peso dell’ascolano Marco Nardocci, subito a segno all’esordio in maglia azzurra. E nella finale del giavellotto si comporta bene anche Pietro Colonnella che riesce a esprimersi al suo livello con la misura di 60.21 per il sesto posto, avvicinando il personale di 60.35. Il portacolori dell’Asa Ascoli Piceno ha il merito di trovare il lancio che lo mantiene in gara, scagliando l’attrezzo a 59.54 con il terzo tentativo, per risalire in una classifica che altrimenti lo avrebbe visto fuori dai primi otto.

VIDEO | LA STAFFETTA AZZURRA D'ORO ALL'EYOF

 

File allegati:
- Risultati


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate