FANO-TRICOLORI ALLIEVI: I NOMI E I NUMERI DELLA VIGILIA




 

Scatta domani, a Fano, l?ora dell?edizione numero 41 della rassegna tricolore allievi/e che quest?anno mette il segno ad  una stagione estremamente positiva per la categoria. Soprattutto i lusinghieri risultati ottenuti dalla rappresentativa italiana studentesca alle Gymnasiadi di fine giugno hanno confermato lo stato di salute del settore: quella di Salonicco ? stata un?edizione di altissimo profilo tecnico per una manifestazione che a livello ?under 18? ? seconda solo ai Campionati Mondiali Iaaf della categoria. Dalla Grecia gli azzurrini sono, infatti, tornati con due ori (Mario Scapini sugli 800 e Serena Capponcelli nell?alto), un argento (il quartetto della staffetta mista femminile, con il nuovo record italiano di categoria) e due bronzi (conquistati da Daniele Greco nel triplo e da Chiara Natali sui 400 metri), ma soprattutto con un rendimento complessivo altissimo, con numerosi piazzamenti in finale ed un congruo miglioramento dei primati personali dei partecipanti. Insomma, tutti gli ingredienti per valutare con grande fiducia la crescita delle classi 1989 e 1990.

 

Fano sar?, dunque, il teatro dell?evento: la citt? marchigiana e la societ? Atletica Avis Fano non sono certo nuove ad esperienze organizzative di questo livello nel settore giovanile. Ricordiamo, ad esempio, che tenne a battesimo, nell?ottobre del 2000, il primo grande exploit di Andrew Howe: con il primato cadetti migliorato a pi? riprese ? fino ad un fantastico 7.52 ? il lunghista azzurro si propose all?attenzione generale vincendo proprio l?edizione del criterium cadetti ospitata dallo Stadio Zengarini.

 

Tornando al grande evento tricolore in programma sabato 7 e domenica 8 ottobre con oltre 1500 atleti in gara, i livelli tecnici generali di questa fascia di et?, specie alla luce delle numerose prestazioni gi? ottenute nel corso del 2006, costiuiscono un significativo ?update? in pi? di una specialit?.

 

Sono, quindi, legittime e ambiziose le aspettative della folta schiera di under 17 marchigiani che si presenteranno questo week-end in pista e sulle pedane tricolori dello stadio Zengarini. In pole-position per una vertiginosa scalata al podio ci sono, infatti, Chiara Natali (Atl. Elpidiense Avis-Aido), giovane stella dei 400 m (54.81) e la diciasettenne di Agugliano, Erica Marziani (Sport Atl. Fermo), campionessa italiana in carica dei 400 hs, specialit? in cui anche quest?anno, con il quarto posto alle Gymanasiadi, ha centrato una delle migliori prestazioni italiane di sempre, 59.86. Davanti a tutti nella liste degli accrediti, anche i due cugini De Santis dell?ASA Ascoli, ovvero la triplista Federica, gi? atterrata, con 12,86 m, a soli 18 cm dal record italiano di categoria, e il discobolo Daniele, recente autore di un eccellente acuto da 54,23 m. Sempre nel disco da seguire anche il portacolori della Collection Atletica Sambenedettese, Andrea Botti che con 49,62 m detiene la quarta miglior misura. Per la Collection in pedana anche la pesista Aurora Narcisi con un personale di 12,82 m che le vale anche l?accredito numero due dei Campionati.

 

Il quattrocentista Luca Santori (Atl. Sangiorgese ? 50.11), l?ottocentista osimano Giuseppe Lomartire (Sport Atl. Fermo ? 1:54.85) e il mezzofondista Youness Almouhajir (ASA Ascoli ? 4:01.19) sono, invece,  attualmente tra i primi tre atleti d?Italia nelle rispettive specialit?. Vola ad alta quota anche la staffetta 4x100 dell?Atletica Sangiorgese Tecnolift (Palmieri-Prencipe-Di Ruscio-Santori), iscritta con il secondo miglior crono, 43.33. Negli 100 hs sar?, quindi, la volta di Silvia Micheletti (Sport DLF Ancona ? 14.78) e di Ornella Oluwole (Atl. Montecassiano ? 14.97), mentre i 110 hs riproporrano una nuovo capitolo della sfida, stavolta in chiave nazionale, tra Giovanni Mantovani (Sport Atl. Fermo ? 14.64) e Iacopo Palmieri (Atl. Montecassiano ? 14.81).

 

Nei 200 m andranno, invece, a caccia di veloci sorpassi Lara Corradini (Sacen Corridonia ? 25.41) e Lorenzo Di Costanzo (Sport DLF Ancona ? 22.69). E mentre il salto il lungo potrebbe regalare belle soddisfazioni al collo di Matteo Prencipe (Atl. Sangiorgese ? 6,75 m), attenzione anche a dove atterreranno il martello di Mauro Biondi (ASA Ascoli ? 56,38 m) e il giavellotto di Gianluca Tamberi (Atl. Fabriano Osimo ? 50,51 m). I 2000 siepi saranno, quindi, il campo di battaglia per Letizia Scheggia (Apos Corridonia ? 7:41.97) e Andrea Gargamelli (Atl. TreValli Ancona ? 6:28.1). Ad attendere Francesca Montalboddi (Apos Corridonia ? 26:19.84) ci sono, invece, 5 km di marcia e forti avversarie da non lasciarsi sfuggire. Sulle pedane dei salti, infine, occhio ai due bravi astisti Giulia Micozzi (Atl. Avis Macerata ? 3,50 m) e Eugenio Fioravanti (Asa Ascoli ? 4,30 m), a Matteo Sargentoni (Atl. Castelfidardo? 1,92 m) nell?alto e a Caterina Paladini (Sport DLF Ancona ? 5,41 m) nel lungo.

 

Alla manifestazione verr? dedicata una sintesi in onda venerd? 13 ottobre alle ore 16.30 su Rai Sat, oltre che servizi speciali sul digitale terestre di La7 Sport e sull?emittente satellitare del bouquet Sky AB Channel.



Condividi con
Seguici su: