FANO-TRICOLORI ALLIEVI: UN'EDIZIONE A SUON DI RECORD! 2 TITOLI E 3 ARGENTI PER LE MARCHE




 

Verde, bianco e rosso, ovvero i colori pi? ricercati, in questo week-end, allo stadio Zengarini di Fano. Protagonisti dell'avvincente "caccia al tesoro tricolore" organizzata dall'Atletica Avis Fano, oltre 1500 atleti under 17 arrivati da ogni regione, tutti con un tempo, una misura o un avversario da battere a suon di sprint, rincorse, salti e lanci. Soprattutto nell'occasione in cui salire sul gradino pi? alto del podio non vale solo una medaglia, ma il titolo di Campione d'Italia. E cos? ? stato per la biellese Valeria Roffino che, a soli 16 anni, ? gi? entrata nella giovane storia dei 2000 siepi e nel grande libro dell'atletica leggera nazionale. Battere, infatti, un primato ? sicuramente un traguardo che richiede sempre tanto impegno e, spesso, molto tempo. Riuscire a farlo quattro volte in un anno, come Valeria, significa aver compiuto un'impresa che con il 6:52.84 appena realizzato a Fano, la proietta al settimo posto della graduatoria mondiale stagionale under 18. Per la cronaca la Roffino si ?, poi, ripetuta stravincendoanche nei 3000 m. Nuova migliore prestazione italiana anche nel disco femminile ad opera della lanciatrice Tamara Apostolico (Atl. Udinese Malignani) che, sulla pedana dello Zengarini, ha sfoderato un 49,36 m da guinnes in grado di abbattere un primato vecchio di ben 27 anni (Anna Baraldi ? 48,96 m).

 

Ma nella regione di Daniela Reina, pluricampionessa e neo-primatista italiana dei 400 m, ? stato proprio il giro di pista a regalare, ancora una volta, grandi emozioni alle Marche. Dopo un'annata ricchissima di ottime prestazioni, maglie azzurre e tanti successi, l'ultimo quello nei 300 m ai Giochi Sportivi Studenteschi, Chiara Natali (Atl. Elpidiense Avis-Aido) ha, infatti, messo un degno sigillo alla sua stagione d'oro. Per l'allieva di Milco Campus e del presidente Marcello Streppa, ? cos? arrivato, dopo quello da record conquistato nel 2006 da cadetta nei 300 m, il secondo titolo italiano della sua carriera. 400 metri d'argento, invece, per il bravo Luca Santori dell'Atletica Sangiorgese Tecnolift che un anno fa, nella rassegna under 15 di Bisceglie, era stato la rivelazione tricolore dei 300 hs. Partito fortissimo in finale e gran combattente fino all'ultimo, Luca, a Fano, ? sfrecciato al traguardo in 50.44. Parla marchigiano anche il numero uno d'Italia del disco, ovvero il campione 2005 della categoria Cadetti allenato da Armando De Vincentis, Daniele De Santis (ASA Ascoli) che, nonostante sia al debutto tra gli Allievi, ha confermato di non temere rivali in questa specialit? con un insuperabile lancio da 52,49 m. La cugina, la triplista Federica De Santis (ASA Ascoli), capolista stagionale con 12,86 m, si ?, invece, dovuta accontentare per la seconda volta, dopo la beffa di Rieti 2005, della medaglia d'argento, superata dalla "solita" Eleonora D'Elicio (CUS Torino) per appena pochi centimetri, 12,67 a 12,55 m. Stessa beffa e stessa medaglia anche per la pesista della Collection Atletica Sambenedettese, Aurora Narcisi, arrivata ad un solo centimetro (12,33 m) dall?oro, conquistato per un soffio da Stefania Strumillo (CUS Bologna) con 12,34 m. Peccato anche per l'ostacolista Erica Marziani (Sport Atl. Fermo), campionessa italiana uscente dei 400 hs, che dopo una batteria conclusa in testa, ma a denti stretti, in 1:06.26, ha, poi, dovuto rinunciare alla finale per il riacutizzarsi di un problema muscolare.

 

Nell'alto femminile, buon quarto posto per Enrica Cipolloni (Collection Atl. Sambenedettese) che ha superato l'asticella a 1,66 m. Nei 400 m, ottava in finale Lara Corradini (Sacen Corridonia), nona anche nei 200 m. Buoni progressi e nuovo primato personale per Andrea Gargamelli (Atl. TreValli Ancona), settimo nei 2000 siepi in 6:18.86, e per il figlio d'arte del campione di salto in alto Marco Tamberi, Gianluca Tamberi (Atl. Fabriano-Osimo), volto nuovo e rivelazione del giavellotto, capace di migliorarsi da 50,51 fino a 56,08 m, piazzandosi tra i primi sei d'Italia. Apprezzabile anche il quinto posto in 7:23.19 di Letizia Scheggia (Apos Corridonia) che nei 2000 siepi sembra aver trovato, migliorandosi di ben 19 secondi, la specialit? giusta in cui continuare a crescere. La sua compagna di squadra, Francesca Montalboddi, nei 5 km di marcia, ha, invece, tagliato il traguardo in ottava posizione (27:06.43). Settima, infine, l?astista Giulia Micozzi (Atl. Avis Macerata) con un 3,20 m che, per?, certo non rappresenta il vero valore dell?ex-campionessa italiana cadette del 2005.     

 

Alla manifestazione verr? dedicata una sintesi in onda venerd? 13 ottobre alle ore 16.30 su Rai Sat, oltre che servizi speciali sul digitale terrestre di La7 Sport e sull?emittente satellitare del bouquet Sky AB Channel.

 



Condividi con
Seguici su: