Pisa tricolore con la mezza maratona

06 Ottobre 2022

Domenica sotto la Torre Pendente in gara per i titoli sui 21,097 km nell’ultima prova dei Societari di corsa: al via Chiappinelli, Meucci e Aouani, tra le donne Yaremchuk e Lonedo

 

Si corre per il tricolore a Pisa: domenica i Campionati italiani di mezza maratona. La rassegna mette in palio sei titoli sui 21,097 chilometri: assoluti, promesse e juniores, per uomini e donne. Ad accogliere i partecipanti, uno scenario spettacolare con la linea d’arrivo in piazza dei Miracoli, a fianco della Torre Pendente. Nella prova maschile, annunciati diversi protagonisti e tra gli iscritti il più veloce quest’anno è Yohanes Chiappinelli, sceso al crono di 1h01:14 tre settimane fa a Copenhagen. Era la seconda esperienza in questa specialità per il 25enne senese dei Carabinieri che sta attraversando un buon periodo di forma, dopo aver eguagliato il record italiano dei 10 km alla fine di agosto con 27:50 ad Arezzo. Sulle strade di casa, atteso Daniele Meucci (Esercito). L’ingegnere pisano è stato il migliore degli azzurri nella maratona agli Europei di Monaco, chiusa al tredicesimo posto, e ora ha l’obiettivo puntato su quella di New York, all’inizio di novembre. In gara da campione in carica Iliass Aouani che ha vinto nella passata stagione a Roma, però il milanese delle Fiamme Azzurre non è ancora tornato al massimo della condizione dopo essersi piazzato diciannovesimo in Baviera e sarà impegnato soprattutto per portare punti utili al club civile di provenienza, l’Atletica Casone Noceto, nei Societari di corsa. Al via altri due azzurri della maratona alla rassegna continentale, come il grossetano Stefano La Rosa (Carabinieri) e l’abruzzese Daniele D’Onofrio (Fiamme Oro). Non mancano gli avversari a cominciare dal non ancora 23enne pugliese Pasquale Selvarolo (Fiamme Azzurre), sul terzo gradino del podio nel mese scorso ai Tricolori di Castelfranco Veneto sui 10 km dietro a Chiappinelli che era finito secondo, e dal siciliano Giuseppe Gerratana (Aeronautica), quinto al traguardo in quell’occasione, senza dimenticare Marouan Razine (Esercito), Nadir Cavagna (Fiamme Azzurre), Alessandro Giacobazzi e Michele Fontana, entrambi dell’Aeronautica, mentre nella categoria under 23 in gara Zouhir Sahran (Milone Siracusa) e tra gli under 20 il tricolore dei 10 km Stefano Cecere (Atl. Amatori Cisternino Ecolservizi). Per i campionati di società, da seguire il keniano Paul Tiongik (Gp Parco Alpi Apuane) e il burundese Onesphore Nzikwinkunda (Caivano Runners).

DONNE - Tanti motivi di interesse anche al femminile. Con il pettorale numero uno c’è Sofiia Yaremchuk (Esercito) che in primavera ha messo a segno un probante 1h09:09 a Praga, realizzando il miglior tempo di un’italiana nelle ultime otto stagioni. Ha già vinto due titoli nei 10 km su strada, confermandosi di recente, e ora va in caccia del suo primo successo nella “mezza”. La principale avversaria potrebbe essere ancora Rebecca Lonedo, alle sue spalle nella rassegna di Castelfranco Veneto, ma la vicentina delle Fiamme Oro è stata seconda quest’anno anche nei 10.000 su pista, oltre che nella scorsa stagione sui 21,097 chilometri in 1h11:07. Curiosità per l’esordio di Anna Arnaudo (Battaglio Cus Torino), argento europeo under 23 dei 10.000, in ripresa dopo la rinuncia agli Europei e con l’obiettivo di prendere confidenza sulla distanza più lunga. È la maggiore candidata per il titolo promesse insieme alla ventenne ligure Aurora Bado (Freezone), 1h16:25 in maggio alla Stramilano, e alla campionessa in carica Sara Nestola (Calcestruzzi Corradini Excelsior Rubiera), 1h16:35 per imporsi nell’ultima edizione. Prosegue il percorso di rientro agonistico per Federica Sugamiele (Caivano Runners), già azzurra ai Mondiali di mezza nel 2020 prima del lungo stop a causa di un incidente. Nella categoria under 20 torna in azione Greta Settino (Toscana Atl. Empoli Nissan) che si è aggiudicata il titolo dei 10 chilometri.

Si presentano ai nastri di partenza per i Societari la burundese Francine Niyomukunzi (Caivano Runners) e la keniana Lucy Mawia Muli (Gs Lammari).

PRESENTAZIONE - Start domenica 9 ottobre alle ore 9 da via Contessa Matilde, a ridosso della Torre, su un percorso che si snoderà lungo il verde del parco di San Rossore e le vie principali della città e del centro storico per arrivare in piazza Duomo, patrimonio dell’umanità. La sedicesima edizione della Pisa Half Marathon - Mezza Maratona Città di Pisa, organizzata dall’associazione “Per Donare la Vita Onlus” in collaborazione con la società Leaning Tower Runners e con il patrocinio del Comune di Pisa, è stata presentata ieri al Rettorato dell’Università di Pisa. “La corsa è una perfetta metafora della carriera universitaria che, per prima cosa, ci mette alla prova, sfidando noi stessi, i nostri limiti e permettendoci di crescere come esseri umani prima ancora che come studiosi”, le parole del Rettore, Paolo Mancarella. “Tutto ciò, assieme al fatto che in questa manifestazione i valori dello sport si uniscono a quelli della donazione di organi e tessuti, ha inevitabilmente creato un legame fortissimo con l’Università di Pisa, che si rinnova di anno in anno e di cui siamo particolarmente orgogliosi”. “La Pisa Half Marathon - commenta Michele Conti, sindaco di Pisa - è un evento consolidato per la nostra città e riveste un’importanza duplice: da un lato la corsa promuove il valore della solidarietà, la passione per lo sport e la cultura del dono, dall’altra è una grande opportunità in termini di visibilità e promozione turistica”. Sono intervenuti tra gli altri Alessio Piscini, consigliere nazionale FIDAL, e il professor Ugo Boggi, ordinario di Chirurgia generale all’Università di Pisa e organizzatore della manifestazione, oltre a Giuseppe Bozzi, presidente dell’Associazione “Per Donare La Vita Onlus”, e a Piero Giacomelli, presidente dell’Associazione “Regalami un sorriso ETS”. È la prima volta che Pisa ospita i Tricolori di mezza maratona dopo aver accolto un’altra rassegna nazionale su strada, quella dei 20 km di corsa, nel lontano 1955. In programma anche una corsa stracittadina non competitiva, la Pisa Ten, giunta quest’anno alla quarta edizione e articolata sulla distanza di circa 10 chilometri che scatterà alle 8 di domenica mattina.

SOLIDARIETÀ - L’associazione Per Donare La Vita Onlus, nata nel marzo del 2007, si dedica all’assistenza dei pazienti trapiantati e dei pazienti coinvolti in terapie complesse, all’accoglienza e al sostegno delle loro famiglie. Tra gli obiettivi, quello di promuovere la cultura della donazione e del trapianto di organi e tessuti mediante l’organizzazione di eventi e manifestazioni di carattere sportivo e culturale, come la Pisa Half Marathon che devolve l’intero ricavato in beneficenza e quest’anno coincide con il 50esimo anniversario del primo trapianto di organi effettuato a Pisa.

SOCIETARI - A Pisa si disputa la terza e conclusiva prova del Campionato italiano assoluto di società di corsa. Dopo le prime due (i 10.000 metri su pista e i 10 km su strada), al comando tra gli uomini l’Atletica Casone Noceto alla ricerca del nono titolo consecutivo, davanti a Gp Parco Alpi Apuane e Atletica Valle Brembana. Al femminile le campionesse in carica dell’Atletica Saluzzo guidano la classifica nei confronti di Gs Lammari e Caivano Runners. [Classifiche dopo due prove: uomini - donne]

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it


Yohanes Chiappinelli (foto Grana/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: