Indoor: Boriani al primato nei 60 di Ancona

08 Gennaio 2023

Con 7”57 la velocista della Stamura migliora il suo limite regionale promesse. Nel lungo il campione europeo U18 Furlani salta 7.73 e avvicina il record italiano juniores in una domenica con oltre 1200 atleti-gara

 

È subito boom di partecipazione al Palaindoor di Ancona, con più di 1200 presenze-gara nella prima domenica di attività, tra il meeting giovanile del mattino e quello assoluto del pomeriggio. C’è voglia di atletica e cade anche il primo record del 2023 che come l’anno scorso porta la firma della velocista Benedetta Boriani. La sprinter della Sef Stamura Ancona con il tempo di 7”57 migliora nei 60 metri il suo primato regionale della categoria promesse, al quarto posto in finale dopo il 7”64 della batteria: un centesimo in meno rispetto al limite under 23 che apparteneva con 7”58 alla marchigiana, in grado nella passata stagione di sfiorare il podio ai Tricolori promesse nei 200 piazzandosi quarta. Ma arrivano risultati di spicco anche a livello nazionale per l’esordio di Mattia Furlani nel salto in lungo che comincia con la misura di 7.73 al sesto e ultimo tentativo, dopo essere atterrato anche a 7.60 nel secondo turno. Alla prima gara nella categoria juniores, il due volte campione europeo under 18 (alto e lungo) si avvicina subito al record italiano under 20 stabilito nel 2016 da Gabriele Chilà con 7.78, che rimane a soli cinque centimetri, e anche al 7.75 realizzato da Marcell Jacobs nel 2013 in questa fascia di età. Nella scorsa estate il reatino delle Fiamme Oro ha sbalordito con 8.04 all’aperto vincendo l’oro nella rassegna continentale di Gerusalemme, in una specialità approcciata un anno fa con il doppio 7,47 (che era finora il personale indoor) siglato nel capoluogo dorico.

Nei 400 metri applausi per Ndiaga Dieng (Atl. Avis Macerata), bronzo paralimpico dei 1500 a Tokyo che vince timbrando il record personale indoor di 48”97 davanti al romano Davide De Rosa (Esercito), oro europeo under 18 di staffetta. Cresce anche la 17enne Virginia Bancolini (Sef Stamura Ancona) capace di abbassare il suo primato indoor al crono di 58”98 che dà fiducia in vista dei prossimi impegni nella sua specialità preferita, gli 800 in cui ha vinto il titolo italiano allieve un anno fa. Ad aggiudicarsi la vittoria è l’azzurra Eloisa Coiro in 53”95, a mezzo secondo dal personale ottenuto l’anno scorso dalla 22enne romana delle Fiamme Azzurre, campionessa tricolore assoluta sulla doppia distanza. Nell’asta lo junior Tommaso Boriani (Sef Stamura Ancona) sale a 4.20 per incrementare di ben 30 centimetri il proprio limite.

Tra le donne 4.10 di Francesca Semeraro (Alteratletica Locorotondo), personale indoor migliorato di cinque centimetri dalla pugliese che nella scorsa stagione ha saltato 4.25 all’aperto. Sul rettilineo dello sprint in evidenza nei 60 metri l’umbro Junior Tardioli (Educare con il Movimento Foligno), classe 2003, che si porta a 6”71 con il quinto posto di Fabio Yebarth (Sport Atl. Fermo) in 6”92 dopo il 6”90 della batteria, mentre al femminile si impone ancora Veronica Besana (Atl. Lecco Colombo Costruzioni, 7”54) già vincitrice sabato tra gli ostacoli.

Grandi numeri anche nella riunione giovanile con tanti giovanissimi provenienti da diverse altre regioni: Abruzzo, Emilia-Romagna, Lazio, Piemonte, Puglia, Toscana e Umbria. Nella categoria cadetti, quella dedicata agli under 16, vittoria sui 60 ostacoli in 9”41 di Elena Marchionni (Collection Atl. Sambenedettese) che è anche quarta nel lungo con 4.65, mentre il compagno di club Alessio Collini si migliora a 3.30 nell’asta. Sulla pedana del lungo si impone Lorenzo Cristofanetti (Atl. Osimo) saltando la misura di 5.87 dopo il secondo posto nei 60 ostacoli in 9”08 e nell’asta al femminile prevale Chiara Piergallini (Collection) con 2.60, invece sui 200 metri quarta Mariachiara Cacciolari (Crazy Sport Tolentino, 27”70) e quinto Amedeo Alfonsi (Asa Ascoli Piceno, 25”08).

Tra i ragazzi (under 14) nei 200 si piazza secondo Alessio Maroni (Sport Atl. Fermo, 28”17), sulla stessa distanza finisce quarta Camilla Antinori (Crazy Sport Tolentino, 29”78). Nell’alto vince Francesco Tronelli a quota 1.47, con la terza posizione di Elisa Angeloni (1.31), entrambi della Sport Atletica Fermo. A livello regionale i migliori nei 60 ostacoli sono quindi Emanuele Tabarretti (Atl. Avis Macerata), secondo in 9”45, e Diana Alloi (Atl. Chiaravalle), terza con il tempo di 9”98. La gara dei 2000 di marcia vede l’affermazione di Maria Elena Porfiri (Atl. Avis Macerata, 12’29”91) e Federico Bonanno (Sport Atl. Fermo, 13’02”66), nel peso secondo Tommaso Zitelli (Crazy Sport Tolentino, 11.00) e primo posto al femminile di Yasmin Vitali (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti, 7.56).

Foto meeting pomeriggio: di Davida Ruggieri - di Giovanni Giacconi

 

File allegati:
- Risultati (pomeriggio)
- Risultati (mattina)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate