L’atletica marchigiana dice no alla guerra

15 Marzo 2022

Il presidente FIDAL Marche, Simone Rocchetti: “Dare anche un piccolo aiuto alle persone che soffrono è manifestazione dello spirito dell’atletica, che ci contraddistingue”

 

Cari amici,

permettetemi di esprimere la massima solidarietà al popolo ucraino.

Anche se è superfluo dirlo, cercate di fare di tutto che è nelle Vostre possibilità per dare il Vostro aiuto ai profughi dell’Ucraina.

Pensando all’angoscia che ci pervade quando vediamo in televisione le immagini che ci propongono, immaginate lo strazio e il dolore che affliggono e accompagnano i cittadini ucraini che sono riusciti a fuggire dalla loro terra, che pensano ai loro cari lasciati in mezzo alle esplosioni, alla distruzione, alla fame, sete e freddo, alla morte.

Dare anche un piccolo aiuto alle persone che soffrono è manifestazione dello spirito dell’atletica, che ci contraddistingue.

Le iniziative possono essere le più varie ed accogliere un ragazzo o una ragazza nella Vostra squadra può già essere un buon segno di accoglienza e di amicizia. Il Comitato, da parte sua, si impegnerebbe a fare tutto ciò che è nelle sue possibilità per facilitare il tesseramento di questi ragazzi/e.

L’atletica marchigiana dice NO alla guerra.

Vi ringrazio e vi invio i miei più cari saluti.

                    
Il Presidente
Avv. Simone Rocchetti




Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate