MONDIALI OSAKA: CLARETTI FINALISTA




 

Uno, due e (poi finalmente) tre!!! Ha fatto stare tutti col fiato sospeso fino alla fine la fermana Clarissa Claretti che, ai Mondiali di Osaka, ha aspettato il terzo ed ultimo tentativo a disposizione per far volare il suo martello a 69,53 m. Ma quello che più conta è che la marchigiana, dopo due nulli che avevano già fatto temere una brutta sorpresa, è riuscita a mantenere il sangue freddo e a trovare il lancio giusto per accedere alla finalissima.

“Ho provato – racconta Clarissa - tante emozioni tutte insieme nelle 3 ore della gara...indescrivibili!!! Ho anche impegnato tantissime energie, ma sono veramente contenta! Ora l'obiettivo è quello di recuperare bene prima della finale per poi fare il massimo...e che il martello voli lontano!!!”

 

Insomma per la martellista due volte Campionessa d’Italia, cresciuta nelle fila dello Sport Atletica Fermo sotto la guida del tecnico Roberto Recchioni, si tratta dell’ennesima gran prova di carattere e agonismo e, soprattutto, dell’ennesima finale che conta nella sua scintillante carriera azzurra. Clarissa, infatti, a soli ventisei anni, ha alle spalle la partecipazione alle Olimpiadi di Atene del 2004, oltre che le finali degli Europei di Goteborg l’anno scorso e dei Mondiali di Helsinki nel 2005, edizione in cui giunse nona.

La Claretti che ha al suo attivo un personale di 71,98 e uno stagionale di 71,27, dovrà adesso vedersela con vere e proprie giganti mondiali della specialità come la croata Ivana Brklijacic (74,69 m in qualificazione) e la cubana Yipsi Moreno (72,87) che, inutile dirlo, si prenderanno letteralmente “a martellate” per la conquista dell’oro iridato.

La finale è in programma nella sessione pomeridiana (ore 12.30 in Italia) di giovedì 30 agosto.



Condividi con
Seguici su: