Master, altri tre primati italiani al Gran Premio dell'Adriatico




 

Si chiude in bellezza a San Benedetto del Tronto il 17° Gran Premio dell’Adriatico, tradizionale meeting dedicato ai master e organizzato dall’Atletica Torrione. Dopo i primati di sabato, due italiani e quello mondiale nel disco M95 di Giuseppe Ottaviani (Gs Atl. Effebi Fossombrone), anche la seconda giornata ha regalato risultati da record: ancora tre migliori prestazioni nazionali, stavolta tutte al femminile. Nel martello con maniglia corta (noto anche come “martellone”), 8.49 nella categoria MF80 per Anna Flaibani della Nuova Atletica dal Friuli, che ritocca il suo 8.39 realizzato l’anno scorso ai Tricolori di Roma, il 12 giugno. E poi due primati nel salto in lungo, con le imprese di Graziella Santini (Track & Field San Marino) tra le MF50 con 4.88 (+1.6), incrementando di sette centimetri il limite che già le apparteneva (Riccione, 27 giugno 2010), e di Pasqualina Cecotti (Nuova Atl. dal Friuli) con 2.75 (+1.3) nella categoria MF70, per inserirsi nell’albo dei record al posto di Gabriella Piccone (2.57 a San Giovanni Lupatoto, il 29 maggio 2005). Tutti i nuovi primatisti, compresi quelli della giornata inaugurale Raffaello Piermattei (Atl. Fabriano) nel triplo MM75 e Giulia Perugini (Sef Macerata) nell’alto MF75, si aggiudicano quindi il premio per il 5° Memorial Gabriele Marchei, mentre la squadra della Sef Macerata conquista il 9° Trofeo Giovanni Monti, davanti ad Athlon Bastia e Torrione San Benedetto.



Condividi con
Seguici su: