Prove multiple: giovani in forma ad Ascoli

25 Luglio 2018

Si migliora la sangiorgese Cuccù nel pentathlon cadette (4358). Titolo maschile under 16 per il fabrianese Danieli, gli allievi della Tam ai primi posti in campo nazionale.


 

Ancora buoni risultati per i giovani atleti delle Marche. Stavolta arrivano dal Festival delle prove multiple svolto ad Ascoli Piceno, valido anche come campionato regionale cadetti. Nel pentathlon si conferma protagonista Martina Cuccù per un nuovo progresso del suo record marchigiano under 16. La 15enne dell’Atletica Sangiorgese Renato Rocchetti si porta a 4358 punti, esattamente 150 in più rispetto alla gara di fine aprile a San Benedetto del Tronto. Molto buone le sue prestazioni in quattro specialità: 80 ostacoli in 11”66 (-0.2), alto con 1.62, quindi 5.42 (+1.0) nel lungo e 1’40”88 sui 600 metri, invece da migliorare il giavellotto con 24.88. Sul podio anche Eva Joao Polo (Collection Atl. Sambenedettese, 3170) e la sorella Francesca Cuccù (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti), di un anno più piccola, terza con 3161. Al maschile nell’esathlon cadetti festeggia il titolo regionale Filippo Danieli (Atl. Fabriano, 2944) davanti a Simone Guidotti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti, 2863) e Daniele Rossi (Collection Atl. Sambenedettese, 2617) nella gara vinta dall’umbro Niccolò Mariani (Atl. Avis Narni, 3046).

Tra gli under 18 i portacolori del Team Atletica Marche si candidano per un posto alle finali nazionali di società grazie alle prestazioni di quattro allievi: l’osimano Emanuele Ghergo (5029) e il filottranese Lorenzo Falappa (2776) nel decathlon, le osimane Irene Pesaresi (3684) e Giulia Tonti (3544) nell’eptathlon. In una gara extra, la vicecampionessa europea under 18 dei 400 ostacoli Emma Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese) avvicina il record personale sui 200 metri con 25.63 (-0.7). Il presidente della Tam, Pasquale Del Moro, sottolinea: “Meritano un doveroso ringraziamento l’Asa Ascoli Piceno, che ha organizzato la manifestazione, e il Comitato regionale FIDAL Marche per il supporto, oltre ai tecnici delle prove multiple che seguono gli atleti in questa disciplina così importante per la formazione dei ragazzi, soprattutto a livello giovanile”.

File allegati:
- Risultati


Condividi con
Seguici su: