TRICOLORI MASTER INDOOR | CAMPIONI, RECORD E TRA UN ANNO GLI EUROPEI




 

PRIMA GIORNATA (venerdì 7 marzo)

E’ iniziata a base di prove multiple e 3000 metri l’invasione dei master dell’atletica italiana al Palaindoor di Ancona. Il primo record però è quello delle iscrizioni, abbondantemente lievitate a quota 1.927. E nella prima delle tre giornate della rassegna tricolore sono subito fioccati nuovi primati italiani grazie alle infaticabili specialiste del pentathlon. Tornano così a casa con una medaglia d’oro impreziosita dal primo posto nel guinnes di categoria Rossella Zanni (Mollificio Modenese Cittadella – MF40 3.341), Lorena Nave (Idealdoor Libertas S.Biagio – MF45 3.137) e Ingeborg Zorzi (Meran Forst VB – MF60 3.322).

 

Non certo da meno, però, sono stati i pentatleti Francesco Onofri (Atl Brescia 1950 – MM40 3.706), e Giorgio Curtolo (GS Tortellini Voltan – MM60 3.611), ai vertici delle rispettive categorie e in cima alla liste di sempre.

 

Nei 3000 Lucia Soranzo (Cus Ripresa Bologna), invece, accanto alla gioia per il titolo e la soddisfazione per essersi lasciata alle spalle molte atlete più giovani di lei, festeggia per aver riscritto la già sua migliore prestazione italiana MF60 (11’47”24), stabilita appena un mese fa sempre sull’anello del Palas anconetano e portata adesso a 11’39”70.

Al maschile, i 15 giri dell’anello indoor hanno visto ancora una volta in pista l’incredibile Vittorio Bertoldi (GSA Valsesia), atleta classe 1915, che ancora una volta ha messo a segno la sua bella impresa da campione senza età.

 

 

SECONDA GIORNATA (sabato 8 marzo)

Alle fine sono state 13 intensissime ore di atletica. Un lungo sabato iniziato di buon’ora alle 8.30 del mattino per proseguire senza sosta ben oltre la prima serata quasi fino alle 22. Insomma – come conferma il Consigliere Nazionale della Fidal Giuseppe Scorzoso, in qualità di Direttore Generale del Comitato Organizzatore – “questo week-end Ancona e il suo Palaindoor con i Campionati Italiani Master stanno davvero facendo le prove di quello che succederà qui tra un anno con gli Europei Master Indoor, quando questi tour de force saranno praticamente all’ordine del giorno per tutta la durata dell’evento continentale.”

 

Tra l’altro, proprio in questa giornata è avvenuta la cerimonia ufficiale di presentazione della rassegna internazionale dedicata agli veterani di tutta Europa, a cui ha preso parte anche il Presidente della EVAA Dieter Massin, accolto dal Presidente del Comitato Organizzatore e Sindaco di Ancona Fabio Sturani, affiancato da numerosi esponenti delle Istituzioni.

 

Manca, infatti, solo un anno ormai. E poi, dal 25 al 29 marzo del 2009, sulla pista e le pedane del Palaindoor di Ancona, scatterà l’ora della grande avventura del più importante evento di Atletica Leggera in sala dedicato agli over 35 del Vecchio Continente, per cui sono attese nelle Marche - tra atleti, accompagnatori e addetti ai lavori - quasi 5.000 presenze per un’intera settimana.

 

Appare, dunque, evidente come i Campionati Europei Master Indoor del 2009 non saranno per Ancona soltanto un appuntamento sportivo, ma un evento che arriverà dritto al cuore della città e di tutto il territorio regionale, con un’indiscutibile valenza in termini di immagine e di promozione turistica, arricchita da una serie di iniziative collaterali di carattere sociale, scientifico, culturale e folcloristico. Un’opportunità, ma anche una sfida da giocarsi con tutti i mezzi sul campo dell’accoglienza, della logistica e dei trasporti, componenti di una complessa macchina organizzativa che vuole assolutamente dimostrarsi all’altezza della situazione.

 

Nella stessa occasione, sono stati premiati dal Consigliere Nazionale della Fidal Pierluigi Migliorini gli atleti master più vittoriosi del 2007 in campo internazionale.

 

E alla fine della seconda giornata della rassegna tricolore si allunga sostanziosamente la lista delle nuove migliori prestazione italiane stabilite sulla pista del Palas dorico con lo sprint femminile che ha fatto registrare i primati di Noemi Gastaldi (Cus Torino Master – MF75 12.04), Daniela Sellitto (Atl. Isernia – MF40 8.12) e Tiziana Bignami (CUS Parma – MF35 8.03). Sullo stesso rettilineo, ma con le barriere dei 60hs titolo e primato anche per Antonio Montaruli (Atl. Ambrosiana – MM60 9.91) e Massimiliano Vietina (Atl. Borgo a Baggiano – MM65 10.61).

 

Nell’alto maschile, giornata senza acuti per Marco Segatel (Olimpia Amatori Rimini) che tra gli M45 liquida la pratica tricolore con un per lui normale 1,90, esattamente 10 centimetri in meno del suo ultimo primato continentale in sala saltato appena una settimana fa ad Aosta. Nella stessa specialità, ma nella categoria M60, in due, Giorgio Curtolo (GS Tortellini Voltan) e Giuseppe Di Natale (CUS Palermo) valicano la soglia dell’1,51. Sulla pedana del lungo, invece, con 3,97 m Domenica Preite (Atl. Ambrosiana) è la nuova primatista MF60.

 

Senza storie il peso femminile con Paola Melotti (Cus Lecce) che, grazie a un lancio di 11 metri e 42 centimetri, fa sua la medaglia del metallo più prezioso e migliora il record MF55 che già le apparteneva, così come Amalia Micozzi (SEF Macerata), autrice tra le MF70, di un imbattibile 6,93. A livello maschile, i 10,53 m di Philip Lalic (GP Budokan Club Portici) soffiano il record M80 con attrezzo da 3 kg a Ottavio Missoni (Amatori Master Novara) che, un anno fa ad Ancona, l’aveva portato a 9,21 m. Il noto stilista si è comunque potuto consolare con l’argento M85 (8,37), battuto soltanto da un altro grande personaggio dell’atletica master Bruno Sobrero (Atl. Sandro Calvesi – 9,06).

 

Da guinnes sui 3 km anche i due marciatori, campioni d’Italia,  Fabio Ruzzier (Atl. Gorizia – MM55 13:47.77) e Bachisio Faedda (GS Amsicora – MM40 13:08.70) e i mezzofondisti Gabriella Morganella (Pro Sesto Atl. – MF45 5:06.51) e Giovanni Ferrari (Hyppodrom ’99 Pontoglio – MM50 4:22.45), entrambi senza rivali nei 1500 m.

 

TERZA GIORNATA (domenica 9 marzo)

Va in archivio anche l’edizione 2008 dei Campionati Italiani Master Indoor che per tre giorni ha visto sulla pista e le pedane del Palaindoor di Ancona oltre 1900 atleti over 35. Anche oggi sul podio il consueto via vai di campioni e neo-primatisti che, come sempre, si sono dati battaglia all’ultimo centesimo e all’ultimo centimetro per la conquista dell’ambito titolo tricolore.

 

Sul giro di pista indoor, con il tempo di 27.07, diventa la più veloce di sempre nella propria categoria Marta Roccamo (Cus Palermo), alla fine di un tiratissimo duello con l’ex-primatista MF40 Giuseppina Perlino (Atl. Ambrosiana), al traguardo in 27.12. Dopo il primo posto sui 400 di ieri, Anna Micheletti (Acsi Campidoglio Palatino) fa il bis anche sui 200 con tanto di nuovo record italiano MF55, 30.39, a quasi un secondo in meno del suo precedente primato (31.26).

 

Donne protagoniste anche negli 800 dove sono due i record caduti ad opera di Liliana Daldass (La Michetta) tra le MF60 (3:13.30) e Anna Pagnotta (Cus Molise) tra le MF40 (2:31.49).

 

Nell’asta maschile, invece, Galdino Rossi (Atl. Ambrosiana), già primatista M55 (3,45) e M65 (3,10), al suo esordio tra gli M70 scrive subito il suo nome accanto a quello della migliore prestazione italiana di sempre, superando quota 3,05 al terzo tentativo. 

 

Concluso l’evento tricolore, per i veterani dell’atletica italiana l’appuntamento imminente sono i Campionati del Mondo Indoor che si svolgeranno dal 17 al 22 marzo a Clermont-Ferrand in Francia, mentre ad Ancona fervono già i preparativi della grande macchina organizzativa per la rassegna continentale al coperto del 2009. 

 



Condividi con
Seguici su: