Tamberi oro, De Santis argento ai Tricolori di Rieti




 

Titolo italiano juniores nel giavellotto per Gianluca Tamberi a Rieti, dove sono scattati oggi i Campionati italiani juniores e promesse di atletica. Il ragazzo di Offagna (AN), figlio dell’azzurro saltatore in alto Marco Tamberi e tesserato per la Bruni Vomano, ha scagliato per ben due volte l’attrezzo oltre i 70 metri: 70.24 al quinto lancio e poi 70.43 per chiudere in bellezza, dimostrando la propria netta superiorità nella disciplina (serie completa: 59.18; 64.80; 65.36; 60.23; 70.24; 70.43). Il secondo, Stefano Nardini dell’Atletica Vedano, è distante quasi otto metri (62.48). Tamberi conferma il titolo invernale vinto a Bari e di recente era arrivato a 70.99 nel Top Club Challenge di Pescara, segnalandosi in vista degli Europei juniores di Novi Sad (Serbia, 23-26 luglio).

Una bella medaglia d’argento splende al collo di Federica De Santis. L’ascolana dell’Esercito, cresciuta nell’ASA Ascoli Piceno e passata quest’anno all’Atletica Montecassiano ma sempre allenata da Sandro Bernardi, ha guadagnato il secondo posto al termine di una gara avvincente nel salto triplo promesse. Si è rinnovato il solito duello serrato con la torinese Eleonora D’Elicio, incerto fino all’ultimo salto e giocato sul filo dei centimetri, che ha tenuto banco anche negli anni passati. Quest’anno le due ragazze classe ’89 sono passate tra le under 23 e sulla pedana dello stadio Raul Guidobaldi hanno migliorato nettamente i loro primati personali, a testimonianza di una crescita continua: entrambe raggiungono il minimo per i prossimi Europei under 23 di Kaunas (Lituania, 16-19 luglio).

La gara è stata ricca di colpi di scena. Francesca Cortelazzo (Pro Sesto) va inizialmente in testa con un primo salto a 13.04 ventoso, poi al secondo Eleonora D’Elicio (Fiamme Azzurre) la supera con 13.09. Quarto turno: Federica De Santis (Esercito) atterra a 13.13 per passare al comando e poi ottiene 13.22 al quinto tentativo. A questo punto la D’Elicio risponde con un decisivo 13.47 (vento +1.2) che vale la vittoria. Nell’ultimo turno, la Cortelazzo guadagna provvisoriamente una posizione grazie a un 13.35 ventoso (+2.3), ma subito dopo è bravissima la De Santis a riconquistare la seconda piazza con un volo a 13.37 (+1.3), dieci centimetri in più del suo primato e anche record regionale under 23 (il precedente apparteneva a Vanessa Alesiani con 13.35), sesta prestazione italiana di sempre della categoria. Questa la serie completa di Federica: nullo; 12.86 (+1.4); 12.96 (+1.9); 13.13 (+1.7); 13.22 (+1.3); 13.37 (+1.3). Ottavo posto per Silvia Del Moro (Tecno Adriatletica Marche) con 11.97 (+3.3).

Nelle altre finali di giornata, Sara Pizi (TAM) è quinta nel peso juniores con 11.72. Marco Vescovi (Avis Macerata) si piazza sesto nel triplo promesse saltando 14.12 (+2.8), così come il compagno di squadra Matteo Olivi sui 3000 siepi promesse (9’42”98). Francesca Ramini (Sport Atl. Fermo) chiude ottava nei 100 promesse in 12”02 (+1.4), dopo aver corso il primo turno in 11”99 (+1.8), mentre al maschile Julius Kyambadde (Civitanova Track Club) non riesce a qualificarsi per la finale (10”91/+1.6 in batteria). Il marciatore Federico Boldrini (Sport Atl. Fermo) è nono, completando i 10 km in 49’32”90. Nel martello, nono Lucio Piermarini (Avis Macerata – 47.62) tra le promesse e decimo Mauro Biondi (Collection Atl. Sambenedettese – 51.83) tra gli juniores. A conclusione della serata, Elisa Cesari (Atl. Amatori Osimo) ha tagliato il traguardo dei 5000 juniores per decima in 17’56”72.


Luca Cassai

Nella foto in alto, Gianluca Tamberi; in quella in basso, Federica De Santis (Giancarlo Colombo per Omega/Fidal)


Tutti i risultati

Federica De Santis



Condividi con
Seguici su: