Tamberi vola a 2,30

06 Febbraio 2013

Al meeting di Banska Bystrica, in Slovacchia, il finanziere marchigiano eguaglia il primato italiano promesse indoor di salto in alto

 

Gran bella serata per gli azzurri al meeting internazionale di salto in alto a Banska Bystrica (Slovacchia). Sulla stessa pedana sulla quale Antonietta Di Martino nel 2011 ha portato a 2,04 il record italiano assoluto indoor, oggi Gianmarco Tamberi (Fiamme Gialle) e Silvano Chesani (Fiamme Oro) hanno rispettivamente saltato 2,30 e 2,28. Tamberi chiude al terzo posto preceduto soltanto da due big assoluti come il bronzo olimpico Mutaz Essa Barshim (Qatar), volato a 2,36, e il russo, vicecampione mondiale in carica, Aleksey Dmitrik (2,32). Sesto Chesani.     
 
I primi due scalini dell'ascesa dell'eccentrico finanziere marchigiano - stasera in pedana con i capelli colorati di verde - sono stati a 2,15 e a 2,20. Misure risolte senza problemi. Due intoppi al successivo 2,23, superato alla terza prova, e poi l'azzurro non sbaglia più: 2,26, 2,28 e 2,30 tutti alla prima. A 2,32 tenta anche per tre volte, ma senza fortuna, l'impresa di arrampicarsi fino al record italiano assoluto di Alessandro Talotti (Glasgow 2005). Con 2,30, invece, Tamberi, 21 anni da compiere il 1° luglio, eguaglia il primato italiano indoor Promesse (under 23) di Fabrizio Borellini che il 5 marzo del 1988 a Budapest aveva saltato la stessa misura. All'aperto, invece, è proprio Tamberi a detenere il record italiano della categoria grazie al 2,31 ottenuto agli Assoluti 2012 di Bressanone. Le liste italiane all-time assolute della specialità al coperto lo vedono ora al quinto posto. In sala, prima di questa gara, non aveva mai saltato più di 2,24. 
 
Grazie alle prestazioni di stasera, sia Tamberi che Chesani superano il 2,27 indicato dal settore tecnico federale nei criteri di partecipazione per i prossimi Europei Indoor di Goteborg (Svezia, 1-3 marzo).
 
(da www.fidal.it)

File allegati:
- RISULTATI


Condividi con
Seguici su: