Tricolori Assoluti Indoor: Howe salta 8,10 m e vola ai Mondiali



Titolo italiano Indoor nei 400 m per la camerte Daniela Reina. Bronzo per il fratello Filippo nei 400 m e per Giorgio Berdini nei 60 m/hs.

 

Nella grande ?capsula spaziale? del Palaindoor di Ancona quello della pedana del salto in lungo maschile era il verdetto pi? atteso della giornata d?apertura dei Campionati Italiani Assoluti. E lui, ?l?alieno? Andrew Howe, il due volte campione del mondo Juniores di Grosseto 2004, non ha certo deluso le aspettative. 8 metri e 10 centimetri era la misura che gli avrebbe aperto le porte dei prossimi Mondiali Indoor di Mosca. Reduce da uno stage di allenamento negli Stati Uniti e dai 7,94 m di Fayetteville, il portacolori dell?Aeronautica Militare ? volato, cos?, al terzo tentativo, a 8,10 m esatti, eguagliando anche il record italiano Promesse di Giovanni Evangelisti. Questa la sua progressione: 7,92 ? 7,72 ? 8,10 ? 8,07 ? X - 8,02. ?Sono molto soddisfatto ? dichiara Howe - di questo risultato. Ho lavorato tanto finora e anche se devo ancora mettere a punto la rincorsa, a marzo, ai Mondiali sar? pi? che mai orgoglioso di vestire la maglia azzurra e cercher? di migliorarmi ancora?. Ha due occhi pieni di gioia la mamma-allenatrice di Andrew, l?ex ostacolista statunitense Ren?e Felton, che ?, ovviamente, anche la tifosa numero uno del figlio e che dice: ?Andrew ha dimostrato di nuovo di avere tutte le carte in regola per competere ai livelli di grandi campioni mondiali?. ?La pedana del Palas dorico si conferma, cos?, dopo il nuovo record italiano nel salto triplo (17,33) di Fabrizio Donato di qualche settimana fa, la ?rampa di lancio? giusta per grandi performance: ?Questo impianto ? ha commentato Howe ? ? fantastico ed non ha veramente nulla da invidiare alle strutture dove mi sono allenato e ho gareggiato in America. Complimenti a chi l?ha ideato!?

Grande protagonista nella pedana del getto del peso ? stata, come da pronostico, la portacolori delle Fiamme Azzurre Chiara Rosa che, nonostante avesse gi? in tasca il minimo (18,13) per i Mondiali gi? la scorsa settimana a Schio, ad Ancona non si ? certo risparmiata, arrivando a 18,41 m, ovvero la migliore prestazione italiana stagionale e la nona a livello mondiale. ?Pi? che la misura, mi soddisfa il fatto che ormai sono costante sopra i 18 metri. Se si pensa che lo scorso anno con 17,80 si andava in finale ai Mondiali, significa avere fatto un salto di qualit?. Poi la gara internazionale pu? andare in mille modi, sono tanti i fattori che influiscono, non ultimo quello emotivo. Il fatto di avere la nona misura mondiale significa poco, molte pesiste di valore ancora non si sono espresse. Dalla mia ho la consapevolezza di avere ampi margini di miglioramento, soprattutto se riuscir? a crescere tecnicamente nell?ultima parte del lancio, ancora troppo basata sulla forza pura e non sul rispetto dei tempi?. Nel salto in alto femminile ?, invece,?giunta la bella conferma di un?altra azzurra in partenza per Mosca, Antonietta Di Martino (Fiamme Gialle) che ha conquistato il tricolore con la misura di 1,91, davanti a Stefania Cadamuro (Fondiaria-SAI ? 1,86) e a Raffaela Lamera (Esercito ? 1,82). Ottimo il quarto posto dell?anconetana Roberta Bugarini, oggi tesserata per il CUS Parma, che davanti al pubblico di casa si ? esaltata e ha valicato l?asticella a 1,82 m.

Ma per le Marche l?esultanza pi? grande c?? stata con il titolo italiano indoor nei 400 metri della camerte Daniela Reina (Fiamme Azzurre) che, dopo aver facilmente corso in batteria in 54.82, in finale non ha avuto rivali e ha tagliato il traguardo per prima fermando il crono a 54.13, suo nuovo primato personale. La marchigiana, dopo il titolo italiano outdoor 2005, fa, cos?, il bis al coperto: ?Sono molto felice di questo titolo. Era il risultato che mi mancava. Nonostante non mi fossi preparata al meglio per questo appuntamento, oggi sentivo di stare bene ed, anche se non puntavo a fare il minimo per andare ai Mondiali indoor, penso di poter scendere sotto il muro dei 54 secondi. Interpreto, comunque, questa prova come un buon test in vista della stagione all?aperto dove l'obbiettivo ? il minimo per gli Europei. 52.90 ? nelle mie possibilit?, ma devo progredire di un altro mezzo secondo. Avere fatto il personale al coperto, su una pista come questa, significa che sono sulla buona strada?. ?In casa Marche e in casa Reina, per?, ? arrivata anche un?altra medaglia, quella di bronzo del fratello di Daniela, Filippo (Atl. Avis Macerata) che, sempre nei 400 m, ? stato protagonista di un?ottima gara conclusa con il crono di 48.68. In batteria, l?atleta dell?Avis Macerata aveva fatto ancora meglio con 48.61. La gara ? stata vinta da Gianni Carabelli (Carabinieri ? 48.51).

Infine, dopo quello ottenuto nell?edizione 2005, ancora un bronzo per il sangiorgese Giorgio Berdini (Aeronautica) che nei 60 m/hs ? salito sul terzo gradino del podio, dietro ad Andrea Giaconi (Fiamme Gialle ? 7.79) e a Emiliano Pizzoli (Carabinieri ? 7.80).

Domani seconda giornata di gare, con l?attesissima sfida a tre e a quota 2,30 m, nel salto in alto maschile tra i gemelli Ciotti e Andrea Bettinelli, il salto triplo con il neo-primatista italiano Fabrizio Donato e la campionessa europea 2005 Under23, Simona La Mantia.

Diretta tv su Rai Sport Sat dalle 16 alle 18.20.

???? ????????????

UFFICIO STAMPA ? FIDAL MARCHE

Alessio Giovannini

Tel. 333 3579681

E-mail alessiogiovannini@hotmail.com

?

?

RISULTATI PRIMA GIORNATA

?

UOMINI

Lungo: 1. A. Howe (Aeronautica ? 8,10) 2. F. Iucolano (Aeronautica ? 7,88) 3. S. Tremigliozzi (Aeronautica ? 7,61) - Marcia 5 km: 1 G. Rubino (Fiamme Gialle ? 19?33.74) 2. G. Trombetti (Virtus Bologna ? 19?42.58) 3. J. Nkouloukidi (Fiamme Gialle) ? 1500 m: 1. C. Obrist (Carabinieri ? 3?47.67) 2. C. Neunhauserer (Forestale ? 3?48.33) 3. F. Lettieri (Aeronautica ? 3?48.93) ? 400 m: G. Carabelli (Carabinieri ? 48.51) 2. J. Marin (Carabinieri ? 48.65) 3. F. Reina (Atl. Avis Macerata ? 48.68) ? Asta: 1. M. Rubbiani (Aeronautica ? 5,30) 2. G. Piantella (Carabinieri ? 5,30) 3. S. D?Orio (Fiamme Gialle ? 5,20) ? 60 m/hs: 1. A. Giaconi (Fiamme Gialle ? 7.79) 2. E. Pizzoli (Carabinieri ? 7.80) 3. G. Berdini (Aeronautica ? 7.87) -????

?

DONNE

Lungo: 1. V. Canella (Fiamme Azzurre ? 6,48) 2. I. Beltrami (Forestale ? 6,27) 3. T. O?Reilly Causse (Jaky-Tech ? 6,25) ? Peso: 1. C. Rosa (Fiamme Azzurre ? 18,41) 2. C. Checchi (Forestale ? 16,81) 3. L. Bordignon (Fiamme Azzurre ? 15,59) ? 1500 m: 1. E. Cusma (Esercito ? 4?17.17) 2. S. Palmas (Esercito ? 4?17.61) 3. E. Berlanda (Fiamme Oro ? 4?19.06) ? 60 m/hs: 1. M. Macchiut (Fondiaria-Sai ? 8.20) 2. M. Cattaneo (Carabinieri ? 8.33) 3. M. Caravelli (Jaky-Tech ? 8.50) ? 400 m: 1. D. Reina (Fiamme Azzurre ? 54.13) 2. A. Riva (Fondiaria-Sai ? 54.72) 3. M.E. Spacca (Forestale ? 54.77) ? Marcia 3 km: 1. E. Rigaudo (Fiamme Gialle ? 12?10.61) 2. G. Orsini (Forestale ? 12?57.34) 3. C. Pellino (Forestale ? 12?58.85) ? Alto: 1. A. Di Martino (Fiamme Gialle ? 1,91) 2. S. Cadamuro (Fondiaria-Sai ? 1,86) 3. R. Lamera (Esercito ? 1,82).



Condividi con
Seguici su: