A Rieti i tricolori assoluti con i valdostani pronti a dare battaglia

21 Giugno 2022

Campionati Italiani Assoluti con “vista” sui Mondiali di Eugene e gli Europei di Monaco di Baviera.

di Valle D Aosta


 

Da venerdì a domenica lo stadio Guidobaldi di Rieti ospita l’edizione 112 dei Campionati Italiani Assoluti su pista a cui hanno confermato la presenza i campioni olimpici Gianmarco Tamberi e tre dei componenti l’oro di Tokyo 2021, Lorenzo Patta, Fausto Desalu e Filippo Tortu.

In questo contesto stellare non sfigurano assolutamente gli atleti valdostani che mostrano ben sei presenze individuali di assoluto livello a cui si uniscono gli otto effettivi della staffetta 4x400 della Calvesi, il quartetto femminile e maschile della prova di chiusura della massima kermesse nazionale.

Rimette in palio il tricolore vinto lo scorso anno a Rovereto, l’ostacolista aostana Eleonora Marchiando che dopo il trionfale appuntamento di dodici mesi or sono, dove correndo in 55”16 realizzò il personale (chiaramente primato valdostano assoluto), si involò verso l’avventura olimpica. La 25enne passata dalla Calvesi al Centro Sportivo Carabinieri, si presenta con il quarto tempo tra le sedici iscritte in virtù del 56”74 corso in questa stagione. Le batterie dei 400hs femminili sono in programma alle ore 16:00 di sabato 25 giugno e l’appuntamento con la finale è previsto per domenica alle 17:15. Prova programmata in immediata successione all’impegno della Marchiando quello che vede in campo i due ostacolisti valdostani dei 400hs.

Il sarrolein della Calvesi Joao Carlos Pina Barros, lo scorso anno finalista degli assoluti e sesto classificato, si presenta con il quarto tempo di accredito grazie al 51”18 corso a metà maggio a Torino. Con lui, nelle batterie previste sabato per le 16:25 e la prospettata finale di domenica delle 17:25 è tra gli attesi protagonisti Jean-Marie Robbin in forza alla Biotekna Venezia. L’atleta di Valpelline ha all’attivo in questo 2022 un 51”96 ottenuto a metà maggio a Cassino che lo propone al 15esimo posto del lotto degli iscritti. Sabato pomeriggio tolti gli ostacoli dall’anello reatino è la volta dei 400mt donne, con le batterie previste per le 16:50

Sabato, tolti dalle corsie gli ostacoli che hanno visto impegnati i concorrenti dei 400hs, alle 16,50 il programma prevede le batterie dei 400 metri femminili dove tra le 15 atlete attese è iscritta con il 13esimo tempo la 20enne di Charvensod Eleonora Foudraz che difenderà i colori dell’Atletica Calvesi puntando a migliorare il fresco 53”91 fatto registrare lo scorso 5 maggio a Firenze nel Challenge assoluto. La finale a otto, certamente un risultato prestigioso per la calvesi è prevista per domenica alle 18:15.

Sabato alle 19:20, sarà in pedana nel concorso del salto triplo Corinne Challancin la 21enne cresciuta nell’Atletica Pont Donnas e dal 2019 trasferitasi all’Atletica Firenze Marathon.

La misura di 12m74 fatta registrare a Firenze lo scorso 5 giugno presenta la valdostana con la 12esima prestazione tra le iscritte, con tante contendenti staccate di pochi centimetri, e certamente in grado di puntare ai tre salti di finale riservati alle prime otto dopo i tre salti di qualificazione.

La quinta individualista valdostana scenderà in pista in chiusura dei tricolori, alle ore 20:10 di domenica 26 giugno. Si tratta di Silvia Gradizzi, iscritta nella prova dei 3000 Siepi, che giunge a seguire degli scritti dell’esame di maturità iniziato questa settimana. La 20enne di Gignod, tesserata per il Cus Pro Patria Milano, ha corso il 14 maggio a Bergamo la distanza in 10’36”14 ed è accreditata del decimo tempo con 10’36”14.

Non manca, nella pattuglia valdostana, la doppia presenza nella staffetta della 4x400 dell’Atletica Calvesi. Al femminile si presenta un quartetto agguerrito composto da Elisabetta Munari, Martina Mladenic, Veronica Pirana e Eleonora Foudraz, in gara con le compagne dopo la prova sul giro di pista (riserva Valentina Capone) che, in gara alle 20:45, è iscritta con il settimo tempo con 3’48”99.

A seguire, in pista alle 21:00 la 4x400 maschile dove è atteso dopo i 400hs Joao Carlos Pina Barros che sarà ai blocchi di partenza della staffetta del miglio con i compagni Mattia Rodà Savoini, Riccardo Bagaini e Nicolò Beneforti (riserva Maurizio Pascale) si presenta con l’11esimo tempo di iscrizione (3’19”70). Accreditato del miglior tempo, il quartetto della Biotekna Venezia schiera nella formazione il nostro Jean-Marie Robbin che può puntare al prestigioso bis tricolore dopo il successo fatto registrare nei tricolori indoor 2022


Corinne Challancin (Firenze Marathon) - Foto V. Pirana


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate