Veloce anche nei 150 il cadetto Pagliarini

25 Aprile 2022

Ancora in evidenza il giovanissimo sprinter dell’Atletica Fano Techfem che vince al Trofeo Liberazione di Roma correndo in 16”92 con vento contrario

 

Di nuovo protagonista il cadetto Francesco Pagliarini che conferma le sue qualità di sprinter anche nella distanza dei 150 metri. Sulla pista dello stadio Paolo Rosi di Roma il velocista dell’Atletica Fano Techfem, 15 anni da compiere ad agosto, si aggiudica la gara al Trofeo Liberazione con il notevole tempo di 16”92 nonostante un vento contrario di -1.4. È la migliore prestazione regionale under 16 con cronometraggio elettrico, due centesimi in meno rispetto al 16”94 siglato da Mattia Mecozzi nel 2016, mentre nell’albo dei primati resiste il 16”5 manuale di Simone Marè ottenuto nel 1996. Alle sue spalle si comporta bene anche Valentino Bilardo (Sport Atl. Fermo) che conquista il secondo posto in 17”23. Per il giovanissimo fanese, classe 2007, è un altro risultato di spicco dopo quello realizzato un paio di settimane fa a San Marino negli 80 metri con 9”10 ad appena quattro centesimi dal limite regionale elettrico di Andrea Massaccesi (9”06 ma anche 8”7 manuale nel 2000).

Negli altri meeting disputati nel weekend, da segnalare le buone prove dei mezzofondisti all’Arena di Milano con il successo dell’anconetano Simone Barontini (Fiamme Azzurre) nei 600 in 1’17”27 e il quarto posto al femminile di Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata) con 1’30”76. Arriva a meno di due secondi dal suo primato nei 1500 metri l’altra pesarese Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata) piazzandosi settima in 4’29”23 mentre l’allieva Virginia Bancolini (Sef Stamura Ancona), campionessa italiana di categoria degli 800 indoor, firma il personale all’aperto con 4’44”58.



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate