Vola Giannelli, salto d'oro ad Ancona

05 Febbraio 2022

L’ascolana con 1.78 vince il titolo italiano under 20 nell’alto, pareggiato il record regionale juniores indoor. Marcia di bronzo per Tanoni. Domani la seconda giornata in diretta su atletica.tv

 
Una splendida vittoria nell’alto, un bronzo nella marcia. Due volte sul podio i giovani delle Marche, al Palaindoor di Ancona, nella prima giornata dei Campionati italiani juniores e promesse. A prendersi la scena è l’ascolana Laura Giannelli che festeggia il titolo under 20 alla quota di 1.78, decisiva per il successo. La non ancora 18enne dell’Asa Ascoli Piceno dimostra la sua solidità agonistica, nel momento più importante, e pareggia il record regionale di categoria al coperto, stabilito nel 2007 da Enrica Cipolloni: un centimetro di progresso sul personale indoor, realizzato di recente con 1.77, e a un solo centimetro dal proprio limite all’aperto. Per la portacolori dell’Asa Ascoli Piceno, cresciuta sotto la guida tecnica di Natalino Angelini, è fondamentale quel salto che arriva dopo un errore a 1.76 con cui era scivolata al secondo posto, ma decide di giocarsi tutto alla misura successiva e va a segno. Scommessa vinta nel botta e risposta con la toscana Serena Masi che a sua volta riesce a superare 1,78 alla prima prova, pagando però un maggior numero di errori in precedenza. Poi la marchigiana commette tre nulli a 1.80, mancando di un soffio l’impresa nella terza e ultima prova. Dopo il bronzo all’aperto da allieva, e la quarta posizione indoor di un anno fa, ora è campionessa italiana juniores.
Nei 5000 metri under 23 finisce al terzo posto Alessandro Tanoni, specialista emergente del Cus Macerata, in 23’39”02. Ed è un’altra medaglia per il gruppo di marciatori allenato da Diego Cacchiarelli, stavolta al maschile. Ai piedi del podio invece la sprinter Ilenia Angelini (Asa Ascoli Piceno), quarta nella finale dei 60 juniores in 7”56. Stesso piazzamento per Giulia Miconi (Cus Macerata) nei 3000 promesse nel record personale di 14’38”99 davanti alla compagna di club Anastasia Giulioni (14’54”21), quinto anche Mattia Grilli (Atl. Civitanova) nei 5000 di marcia juniores in 24’08”33. Conquistano un posto in finale il pesista Francesco Piccinini (Sef Stamura Ancona), sesto tra gli under 23 con il personale di 13.56, e Maurizio Farina (Cus Urbino), che scende a 3’58”19, settimo nei 1500 promesse. Nei 60 metri chiudono ottave Benedetta Boriani (Sef Stamura Ancona) tra le promesse, 7”70 in finale dopo il 7”59 della batteria a un centesimo dal suo record regionale di categoria, e la junior Sofia Stollavagli (Atl. Avis Macerata), personale di 7”68 nel turno eliminatorio prima del 7”71 corso in finale, invece nell’asta è ottava Diletta Vitali (Sport Atl. Fermo) con 3.20.
La prima giornata dei Campionati Italiani Juniores e Promesse di Ancona assegna il titolo italiano del lungo under 23 a Larissa Iapichino (6,49) e lancia un nuovo nome azzurro per la velocità: è la friulana Aurora Berton (Libertas Friul Palmanova) che sorprende con il crono di 7.31 nella finale dei 60 metri promesse, entrando nella top ten italiana assoluta di sempre al nono posto, con un progresso di cinque centesimi sul primato personale.

Udinese di Palmanova, più volte in Nazionale giovanile, la 21enne firma una prestazione di valore, anche in prospettiva staffetta, a un solo centesimo dallo standard per i Mondiali indoor di Belgrado. Battute Hope Esekheigbe (7.37) e la primatista della staffetta 4x100 Vittoria Fontana (7.39). Nel momento d’oro dello sprint azzurro, brillano anche due junior al primo anno (2004): il vicentino Yassin Bandaogo (Atl. Vicentina) conquista il titolo U20 dei 60 con il primato personale di 6.70 a soli sei centesimi dal record italiano di categoria di Filippo Tortu, la torinese Great Nnachi (Battaglio Cus Torino) scende a 7.42 e si prende la maglia tricolore, alla vigilia della gara dell’asta di cui è specialista.
Interessanti le altre tre gare di lungo, oltre quella della Iapichino: successo per il primatista italiano dell’eptathlon Dario Dester (Carabinieri) tra le promesse (7,66), e sigilli per gli junior Marta Amani (Cus Pro Patria Milano, 6,24) e Samuele Baldi (Atl. Alta Toscana, 7,58 PB). Sulla pedana dell’asta Maria Roberta Gherca (Nissolino Sport) si migliora a 4,22. Nei 1500 metri U23, conferme tricolori per Federico Riva (Fiamme Gialle, 3:51.58) e Ludovica Cavalli (Aeronautica, 4:18.46). Vittorie per Riccardo Ferrara (Carabinieri) nel peso promesse (18,38), Massimiliano Luiu (Libertas Sassari) nell’alto promesse (2,12), Pietro Pio Notaristefano (Don Milani) con il personale di 20:06.38 nei 5000 di marcia juniores. Domani (domenica) la seconda giornata tricolore con altri trenta titoli da assegnare: start alle 9.30 con diretta streaming su www.atletica.tv.
 
RISULTATI
1. Laura Giannelli (Asa Ascoli Piceno) alto juniores 1.78 pb
3. Alessandro Tanoni (Cus Macerata) marcia 5000 promesse 23’39”02
4. Ilenia Angelini (Asa Ascoli Piceno) 60 juniores 7”56 finale, 7”58 batt.
4. Giulia Miconi (Cus Macerata) marcia 5000 promesse 14’38”99 pb
5. Anastasia Giulioni (Cus Macerata) marcia 5000 promesse 14’54”21
5. Mattia Grilli (Atl. Civitanova) marcia 5000 juniores 24’08”33
6. Francesco Piccinini (Sef Stamura Ancona) peso promesse 13.56 pb
7. Maurizio Farina (Cus Urbino) 1500 promesse 3’58”19
8. Diletta Vitali (Sport Atl. Fermo) asta promesse 3.20
8. Benedetta Boriani (Sef Stamura Ancona) 60 promesse 7”70 finale, 7”59 batt.
8. Sofia Stollavagli (Atl. Avis Macerata) 60 juniores 7”71 finale, 7”68 pb batt.
9. Alessandro Moscardi (Sef Stamura Ancona) 400 promesse 49”60
9. Federica Tomassini (Atl. Avis Macerata) alto juniores 1.58
11. Angelica Ghergo (Esercito) 400 promesse 57”11
12. Giulia Lico (Pesaro Athletic Field) peso promesse 10.17 pb
12. Alex Ebuka Chuks (Sef Stamura Ancona) 400 juniores 50”91 pb
12. Margherita Forconi (Atl. Avis Macerata) 1500 juniores 4’55”25 pb
23. Matteo Spuri (Atl. Fano Techfem) 60 promesse 7”06
 
6. Nicole Morelli (Assindustria Sport Padova) asta promesse 3.55
 
DIRETTA ATLETICA TV - I Campionati Italiani Juniores e Promesse di Ancona sono trasmessi in diretta streaming integrale su www.atletica.tv. Il racconto tricolore è anche sui social di Atletica Italiana: hashtag ufficiale #indoor2022

File allegati:
- Risultati


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate